Gazzetta: Il Siena spaventa Frenata Palermo

Il record può attendere. Il Palermo manca la quinta vittoria consecutiva che gli avrebbe permesso di eguagliare il primato stabilito in altre 3 occasioni (l'ultima con Guidolin nel 2006-07). Senza però arrestare la corsa verso la promozione: i rosanero rosicchiano un altro punto all'Empoli e lasciano invariato il distacco dalle terze. La partita dei tanti ex offre sprazzi di bel gioco ed emozioni che la pioggia a tratti incessante non annacqua. Gara più equilibrata nel primo tempo anche se a livello di occasioni il Palermo va al riposo con qualche rammarico in più. Certo, pure i toscani hanno di che recriminare, non tanto perché i siciliani non meritassero il pari, quanto per come è maturato. Il vantaggio a sorpresa dei bianconeri non disorienta i padroni di casa che si rimettono a caccia dell'avversario agguantandolo in una manciata di minuti.
Uno-due L'1-0 del Siena marca di fatto la prima azione pericolosa della serata, bella ma viziata da un mani: Rosseti controlla il pallone con un braccio e poi avvia una triangolazione stretta con Spinazzola di pregevole fattura, bruciando sia Munoz che Terzi, la conclusione molto ben piazzata di Rosseti trafigge Sorrentino proprio sul suo palo. Ostinelli nella circostanza non trova sostegno nei collaboratori, non tanto nel guardalinee Fiorito che si trova nell'altra metà campo, quanto nel quarto uomo, Sacchi, più vicino. Iachini, fresco ex bianconero, non ci sta e sprona i suoi a gettarsi in avanti, il Palermo lo fa senza perdere la bussola. Una prima volta sfiora il pari su una difettosa respinta di Lamanna che controlla male il traversone di Lazaar e per un pelo Lafferty non ne approfitta. Poi il gol arriva, con Maresca, l'arbitro però annulla per un fallo di Lafferty a centro area. Il pareggio, quello vero, però è solo rimandato di un minuto: sul cross di Stevanovic dalla destra, Lamanna respinge malissimo mandando la palla a carambolare su Lafferty, goleador passivo, si potrebbe dire.
Pari e così' sia Prima del riposo il Palermo potrebbe passare ancora: lancio di Bolzoni per la testa di Lafferty che angola bene, efficace e spettacolare la risposta di Lamanna che si distende a deviare facendosi perdonare l'erroraccio precedente. Nella ripresa il Palermo continua a pressare alla ricerca dei 3 punti, ma il Siena resiste senza troppi affanni. A metà del tempo Beretta infoltisce il centrocampo con Schiavone inserito al posto di Spinazzola, passando al 3-5-2. La risposta di Iachini è Belotti per Lafferty, lasciando di fatto invariato il potenziale offensivo, segno che non disdegna il pareggio contro un avversario che teme. E anche quando manda in campo Hernandez per gli ultimi scampoli di gara, lo fa a discapito di Vazquez, ma ormai la storia della gara è già scritta.

MARCATORI Rosseti (S) al 20', Lafferty (P) al 27' p.t.
PALERMO (3-5-1-1): Sorrentino; Munoz, Terzi, Andelkovic; Stevanovic(dal 42's.t. Pisano), Bolzoni, Maresca, Barreto, Lazaar; Vazquez (dal 38' s.t. Hernandez); Lafferty (dal 31's.t. Belotti). PANCHINA Ujkani, Milanovic, Vitiello, Ngoyi, Verre, Daprelà. ALLENATORE lachini.
SIENA (3-4-3)Lamanna; Ceccarelli, Giacomazzi, Belmonte; Angelo, Pulzetti, Vergassola (dal 42's.t. Fabbrini), Feddal; Rosina, Rosseti, Spinazzola (dal 24's.t. Schiavone). PANCHINA Farelli, Bedinelli, Morero, D'Agostino, Matheu, Cappelluzzo, Jordà. ALLENATORE Beretta.
ARBITRO Ostinelli di Como. ESPULSI nessuno.
AMMONITI Barreto (P), Giacomazzi (S) e Schiavone (S) gioco scorretto.
NOTE paganti 5.344, incasso di 47.227 euro; abbonati 5.239, quota di 46.705 euro. Tiri in porta 4 (con un palo)-3. Tiri fuori 4-2. In fuorigioco 2-1. Angoli 4-1. Recuperi: p.t. 0', s.t. 3'.

Fonte: La Gazzetta dello Sport