Gazzetta: Il mercato della serie A

La fumata nera registrata ieri nella trattativa tra Roma e Genoa per lo scambio di attaccanti Borriello-Gilardino cambia gli scenari anche per le strategie del Bologna : non è un mistero, infatti, che il club emiliano farebbe carte false pur di riaffidare il peso dell’attacco sulle spalle del Gila. Per Pioli resta la prima scelta, soprattutto alla luce del fatto che tarda ad arrivare una risposta da Roque Santa Cruz, che sembra più vicino alla permanenza al Malaga che al Bologna. In alternativa c’è sempre Rolando Bianchi, ma più defilato. Intanto oggi il portiere Curci firmerà un contratto quadriennale (ritorna ancora in prestito con diritto di riscatto dalla Roma), mentre Agliardi è in partenza, forse per la Grecia (Asteras). Nelle prossime ore il d.g. Zanzi tornerà alla carica con il Petrolul Ploiesti per ottenere in prestito con diritto di riscatto il trequartista romeno Grozav.

Punto Torino Giorni caldi in casa Torino . Ieri il presidente Cairo si è incontrato con il collega del Genoa Preziosi per cercare un’intesa per il passaggio in granata di Immobile. Cairo ha praticamente definito l’arrivo della metà del cartellino in possesso del Genoa (i due club hanno parlato anche di un possibile passaggio al Toro di Moretti, sul quale però resta in pole il Livorno), mentre la seconda metà in possesso della Juve potrebbe essere inserita nell’affare che porterà Ogbonna in bianconero. Immobile non sarà l’unico colpo in attacco per il Toro: resta viva l’idea Derdiyok, in rotta con l’Hoffenheim, oltre alla pista Maxi Lopez (Catania, ma occhio al Valencia). Oggi intanto El Kaddouri sarà a Torino per svolgere le visite mediche: se tutto filerà liscio, ci sarà anche la firma del fantasista che arriverà in prestito dal Napoli, che potrebbe essere ufficializzato insieme a Bovo (Genoa). Si attende il sì del St. Etienne per Ghoulam, mentre per la porta sempre validi i nomi di Sorrentino (Palermo) e Pegolo (Siena).

Le veronesi Il Chievo punta forte Seferovic (Fiorentina, era a Novara), per il centrocampo vuole accelerare per Calello (Siena); dal Cesena può arrivare Ceccarelli nell’affare Granoche; si aspetta una risposta da Leandro Greco (Olympiacos). Per la difesa il Chievo tratta Rajkovic dell’Amburgo. Verona: vicino Cahais (Racing), si lavora su Cirigliano del River Plate (prestito con diritto di riscatto) e su Neto e Romulo della Fiorentina; vive le piste Jankovic (Genoa) e Longo (Inter, era all’Espanyol) che al momento però non rappresentano la priorità.

Altre trattative Il Sassuolo ufficializza il prestito dalla Dinamo Bucarest dell’esterno offensivo Alexe e si inserisce per Acerbi (vicino all’Atalanta): chiesta la comproprietà al Genoa , deciderà il giocatore. Il Genoa aspetta Santana (Napoli, ex Torino: offerto un biennale), mentre per l’annuncio di Lodi si deve aspettare che Tachtsidis si convinca al trasferimento a Catania . In uscita dal Genoa c’è Frey, che piace in Turchia e il suo entourage in settimana potrebbe portare sulla scrivania di Preziosi una proposta d’acquisto; intanto dalla Dinamo Zagabria, oltre a Vrsaljko potrebbe arrivare anche Brozovic. Giornata importante per il Livorno : il club di Spinelli cercherà oggi di convincere Marco Rigoni (tornato al Novara dopo i prestiti al Chievo e al Genoa della scorsa stagione) ad accettare il trasferimento in amaranto; previsto anche un nuovo incontro con Belingheri per il rinnovo, ma soprattutto si attende la firma di Bardi (ex Novara) che potrebbe essere ufficializzato insieme all’altro interista Benassi, con cui è già stata trovata un’intesa la scorsa settimana, e a Piccini (Spezia, via Fiorentina); per il centrocampo, idea Taddei (Roma, c’è anche il Verona). Ufficiale Felipe (Siena, via Fiorentina) al Parma . Se parte Agazzi, il Cagliari per la porta pensa a Frison (Catania), mentre l’Udinese nel ruolo aspetta Pelizzoli (Pescara). Il Catania resta vigile su Monzon (Lione) e Rojo (Sporting).

Fonte: La Gazzetta dello Sport