Galloppa parla di Siena-Palermo

"Mi aspetto un Siena che onora la maglia per rispetto dei suoi tifosi e della sua gente. Per questo dico che non sarà una partita facile per il Palermo". Lo dice a Palermo24.net l’ex centrocampista del Siena, adesso in forza al Parma, Daniele Galloppa. Il regista della squadra di Guidolin esprime il suo parere sulla lotta Champions, ormai, probabilmente, ristretta a Palermo e Sampdoria: "Credo – dice Galloppa – che sarà decisivo lo scontro diretto la penultima di campionato con la Sampdoria. Una sfida affascinante, con il Palermo che ha serie possibilità di arrivare fino in fondo"
Galloppa si pronuncia anche sul suo ‘collega’ Fabio Liverani, autore di prove di alto livello tra le mura amiche e prestazioni sottotono in trasferta: "E’ un giocatore straordinario – afferma – un metronomo gestisce i tempi di gioco. A Palermo tutto questo è più semplice perché le squadre giocano più basse, cosa che non succede in trasferta quando ti aggrediscono. Lui ha bisogno di spazi perché deve ragionare e impostare il gioco". E come Liverani anche il Palermo, quando gioca in trasferta, spesso non rende come in casa: "Il Palermo – spiega Galloppa – è una grande squadra ma in serie A vincere fuori casa non è facile per nessuno. Aldilà di Inter e Roma che hanno un ruolino di marcia impressionante, tutte le altre squadre hanno costruito la classifica in casa e il Palermo – prosegue – è una di queste".
La chiosa finale, il centrocampista del Parma, la dedica al ‘suo’ Siena: "Se mi aspettavo che facesse così male? Non me l’aspettavo e nemmeno me lo auguravo – dice – C’erano però tanti punti interrogativi all’inizio della stagione, vuoi per l’impostazione del mercato vuoi per un certo clima. Lo stesso Giampaolo, che è un grandissimo allenatore, ha iniziato il campionato con pochi favori attorno a lui. Punti interrogativi che durante l’anno – conclude – sono diventati poi punti negativi".

Fonte: www.tuttomercatoweb.it