GALLOPPA AI TIFOSI: “DOMENICA CI SERVITE VOI”

E’ uno dei giocatori più talentuosi del Siena. Un centrocampista giovane dal cui rendimento può dipendere molto della stagione dei bianconeri. Stiamo parlando di Daniele Galloppa, il ventitreenne romano riscattato quest’estate all’interno dell’operazione Loria. Per lui l’anno scorso 30 presenze impreziosite da due reti.
Daniele, innanzitutto come stai?
«Bene. Dopo il leggero infortunio sono tornato ad allenarmi con la squadra giovedì scorso. Ora sto meglio e domenica spero di scendere in campo. Ma chiaramente dipenderà dalle scelte del mister»
E la squadra come si sta allenando?
«A dire la verità non siamo in molti vista la mancanza dei nazionali. Cerchiamo di preparare al meglio la partita di domenica che per noi è fondamentale. Possiamo già parlare di scontro diretto, lo giochiamo in casa e dobbiamo sfruttare al meglio l’occasione. Abbiamo perso punti a Bergamo, ora non possiamo sbagliare»
Che partita e che avversario ti aspetti per domenica?
«Certamente sarà una partita equilibrata, difficile da decifrare. Noi non stiamo ancora lavorando sui particolari, cominceremo a farlo da domani (oggi per chi legge, ndr). Loro vengono da una sconfitta contro la Lazio, ma finché erano rimasti undici contro undici hanno fatto un’ottima prestazione. Stanno bene e noi dovremo stare con gli occhi aperti. Non bisogna fare errori»
Facciamo un passo indietro. La squadra come ha reagito dopo la brutta prestazione a Parma?
«A dire il vero abbiamo evitato il discorso già dal dopo partita. Non c’eravamo né fisicamente, visti i duri carichi di lavoro, né mentalmente. Forse, come ha detto il mister, non è stata troppo felice l’idea di giocare in trasferta durante il turno di riposo contro, tra l’altro, una squadra più preparata fisicamente di noi. Comunque abbiamo rivisto i filmati e cercato di capire gli errori che abbiamo commesso»
Da Beretta a Giampaolo. Come ti trovi con il nuovo mister? Ti piace il modo e la posizione in cui ti fa giocare?
«Il modulo rispetto all’anno passato per ora è rimasto lo stesso. Io mi trovo bene nella mia posizione. Il mister ci fa giocare diversamente soprattutto in fase difensiva. Lui è molto preparato e noi faremo di tutto per mettere in atto quello che ci dice e per dimostare agli altri che è un ottimo allenatore»
Domenica prima partita in casa. Cosa ti aspetti e che apporto può dare la tifoseria?
«Ho visto che quest’anno ci sono quasi 8mila abbonati. Per domenica mi aspetto lo stadio pieno. Sarà, come ho già detto, una partita difficile e decisiva per noi. Sono sicuro che i nostri tifosi ci daranno una grande mano durante i novanta minuti»
Un’ultima battuta, Daniele. Cosa ti aspetti dalla tua stagione?
«Spero innanzitutto di giocare con continuità. E poi naturalmente di migliorarmi, soprattutto in zona gol. L’anno scorso ho segnato due reti ma ho avuto parecchie occasioni. Ecco, spero quest’anno di farne qualcuno in più. E poi, con il Siena, raggiungere come l’anno scorso il nostro piccolo scudetto che si chiama salvezza».
Fonte: La Nazione