GAGLIARDA RAPPRESAGLIA AL BRAGLIA

Il  Siena rientra da Modena con un’importantissima  vittoria che oltre ai tre punti ci regala anche  il secondo posto in classifica a sole tre lunghezze dalla  sfuggente Atalanta.

E il tutto a conclusione di una rovente settimana in cui il comprensibile e ragionevole sfogo di divertente memoria trapattoniana di CONTE (VOTO 8 per l’efficacia) aveva scosso l’ego di qualche disfattista ipercritico calcistico di troppo.

L’analisi è presto che servita: cinismo, cuore e determinazione consentono  ai bianconeri di vincere una partita non semplice,  lottata dal primo all’ultimo minuto con una mentalità vincente che si avvale anche, direi quasi finalmente,  di quelle “scorrettezze” calcistiche che vorremmo vedere più spesso.

Pronti via e dopo  una serie di sterili azioni da entrambe le parti,  ci pensa una forchettata assassina di EOLO BOLZONI (VOTO 9 per la corsa e la generosità) che approfitta di una pallina vacante per scartavetrare l’incolpevole ALFONSO.

La partita si accende, i piedi si scaldano e i cartellini si contano. REGINALDO (VOTO 6,5 per l’impegno) e BOLZONI ne fanno le spese e già diffidati salteranno l’incontro di martedì contro l’ Unione.

Il match scivola via come le inutili polemiche modenesi sull’arbitraggio, il SIENA controlla bene la partita senza mai dare la sensazione di perdersi nel vuoto, fino a quando COPPOLA (VOTO 7 per il volo d’angelo) prima salva su PASQUATO dopo un liscione di DEL GROSSO (VOTO 6 per il tentativo) e poi si getta stile ragno nero sull’angolo alto della porta sventando un colpo di testa del neo entrato STANCO.

Nei minuti finali caos generale dovuto prima al presunto tocco della palla (?) di BRIENZA (VOTO 7,5 per la perdita di tempo) che allunga il piedino senza però toccare niente e nessuno  e poi  all’onesto ostruzionismo degli uomini di CONTE sventolato ai quattro venti dal mister BERGODI a fine gara(VOTO 4 per l’apologia di fair play).

Basta così. Tre punti lottati e meritati che ci proiettano come una catapulta alla difficile partita di martedì prossimo che ci vedrà di fronte ad una TRIESTINA sconfitta in quel di Crotone che si presenterà al Rastrello schierando la classica trincea da battaglia da espugnare.  (Ellesse)

Fonte: Fedelissimo Online