FUGA PER LA SALVEZZA

Ora si che si che si fa divertente. Siamo in fuga per la salvezza e ora dovranno correre per riprenderci. Siamo felici e contenti, non c’è ombra di dubbio, perché dopo aver seminato molto ma raccolto nulla, abbiamo sfruttato al massimo (con il minimo sforzo) le due partite casalinghe consecutive. La straordinaria media tra le mura casalinghe è ormai un dato di fatto: 6 vittorie, 3 pareggi e 1 sola immeritata sconfitta, solo 4 gol subiti e 10 realizzati. I nove punti che ci distanziano dalla zona calda sono un bel bottino che fa dormire sonni tranquilli a Giampaolo e i suoi ragazzi, ma tenere la tensione alta deve essere la parola d’ordine. Dopo lo splendido campionato dello scorso anno, possiamo ripeterci e il Siena allestito da Gerolin e allenato da Giampaolo può entrare nella storia della Robur. Oggi non pensiamo a chi verrà, a chi andrà via, oggi non spacchiamo il capello in quattro, siamo contenti come si deve giustamente essere. Il Siena attuale è fatto di uomini prima che di ottimi giocatori. Gente come Portanova, Vergassola, Frick, lo stesso Maccarone che accettato tranquillamente la panchina, gente esperta che è esempio per gli ottimi giovani che compongono la rosa, sono l’emblema di questo Siena targato Giampaolo, una squadra operaia ma anche ricca al punto giusto di cinismo e a volte anche di fantasia. I grandi nomi li lasciamo agli altri. Basta, chiudiamo qui, non vogliamo esagerare, ma oggi dobbiamo essere riconoscenti, lasciare da parte la nostra indole polemica e godere, c’è chi sta molto peggio di noi con il conto della spesa molto più pesante del nostro. Grazie ragazzi, continuate così. (Antonio Gigli)
Fonte: Fedelissimi