FROSINONE-SIENA: LE PAGELLE DEL FEDELISSIMO

Coppola Serata di ordinaria amministrazione, ma quando c’è bisogno nessun problema. Sicuro 6,5

Vititello Buona partita, cerca di farsi vedere anche in avanti con risultati alterni. Certezza 6,5

Rossettini Di partita in partita sta diventando una garanzia come e forse più che in passato. È quello che meno degli altri si è fatto prendere dal nervosismo degli avversari, gioca con una tranquillità da veterano, sfiorando anche la rete, e non sbaglia nulla. Pilastro 7,5
Terzi
Ferma con tranquillità gli attacchi avversari e annulla Bachlet. Veterano 7
Del Grosso
Ennesima buona prestazione, anche se limita le sue discese sulla fascia. Buona l’intesa con Reginaldo. Sicurezza 6,5
Reginaldo
I gialloblu sanno che molto del gioco senese parte dai suoi piedi e provano a raddoppiarlo, triplicarlo, a volte riuscendo nell’impresa, altre no. Dimostra un’ottima stato di forma. 6,5
Bolzoni
Parte così così, cadendo in qualche tranello agonistico degli avversari, ma poi si riprende alla grande e torna a dominare il centrocampo da par suo. Speriamo di rivederlo a Siena anche il prossimo anno. Grande futuro. 7 Vergassola Un capitano….c’ è solo un capitano….Gli aggettivi per lui si stanno sprecando. Dopo le paure per il problema fisico di inizio stagione e il recupero tormentato, Vergassola è tornato ad essere giocatore indispensabile per Conte. Gioca con l’esperienza di un veterano e l’entusiasmo di un bambino. Ieri ha anche suggellato, con un magnifico gol, la sua partita. Il migliore 8
Brienza
Trova più difficoltà del solito a sfogare tutta la sua tecnica, anche grazie alla marcatura asfissiante degli avversari. Sufficiente 6
Larrondo
Partita di difficile interpretazione. Se guardiamo l’utilità per la squadra, il voto è sufficiente. Tiene la squadra alta, è utile anche a centrocampo nel recuperare palloni, ma se esaminiamo la sua prestazione in avanti, dobbiamo annotare troppi errori sotto porta. La media lo porta alla sufficienza. 6
Calaiò
Non è più solo l’implacabile uomo d’area. Calaiò lotta e soffre con gli altri a centrocampo, cercando di recuperare lui stesso qualche pallone. Peccato per quella parata di Frison, che gli ha tolto la soddisfazione di uno splendido gol. Lottatore 6,5
Sestu
n.g.Marrone n.g.
Cosa va
Il Frosinone ha cercato di bloccare le nostre fasce, da dove partono di solito i pericoli per le avversarie. Nonostante questo, il nostro centrocampo ha dominato, costringendo i frusinati a subire più che offendere. La squadra è…una squadra. Unita, vogliosa, di carattere, insomma la Robur attuale è quella che volevamo. Visto che certe cose non nascono a caso, è da evidenziare il buon lavoro di tutto lo staff guidato da mister Conte, che portato i nostri ad avere uno stato di forma impeccabile nel momento decisivo del campionato.
Cosa non va
In questo momento poco o nulla. Ci auguriamo solamente di rivedere qualche rete di Mastronunzio, qualche volo sulla fascia di Troianiello.
Antonio Gigli
Fonte: Fedelissimo online