Frediani: “Faccio fatica a commentare, ci abbiamo provato in tutti i modi”

A parlare in conferenza stampa dopo la partita tra Siena e Fiorenzuola è stato anche Marco Frediani, autore di una prova tanto positiva quanto sfortunata. Queste le sue dichiarazioni:

Sfortuna – “Non so cosa pensare, non so se riuscirò a dormire stanotte. Il secondo penso di essermelo mangiato, anche se l’ho vista all’ultimo la palla, e anziché mettere la testa ho messo il piede. Ma sugli altri tre penso di essere stato veramente sfortunato. Nel primo ho preso l’incrocio, l’ultimo è stato un tiro a botta sicura e il loro difensore l’ha salvata sulla linea. Il rammarico è solo sul secondo”.

Momento – “È un periodo così, dobbiamo portarci l’episodio dalla nostra parte. Anche oggi ci abbiamo provato in tutti i modi, abbiamo creato 10-12 occasioni nitide. Magari crearle in tutte le partite. Faccio fatica a commentare”.

Continuità – “Come mi ha detto il mister, questo spazio me lo sono meritato in allenamento. Con la Fermana il gol e assist hanno lasciato un buon segno, era da tanto che non giocavo e non è facile quando non giochi per tanto tempo essere pronto fisicamente e mentalmente. Penso di essere stato bravo in questo ma i miei compagni mi hanno aiutato tanto, facendomi sempre sentire importante”.

Punti persi – “Dispiace per quello, perché in tante partite abbiamo concretizzato meno di quanto creato. Oggi come contro la Fermana e con il Rimini avremmo dovuto vincere. Ma si fa fatica a commentare, se sbagli una partita come successo con la Torres allora la puoi analizzare, quando crei così tante palle gol è più difficile. Prendiamo comunque il positivo, abbiamo pareggiato con una squadra che in questo campionato le ha messe in difficoltà tutte. Anche questo fa ben sperare per il futuro”.

Gruppo – “Il bello di questa squadra è che noi siamo veramente un gruppo forte, si vede dalle reazioni che abbiamo. Basta guardare quello che è successo con la Fermana e anche oggi, nonostante 7-8 occasioni nitide non tramutate in rete abbiamo continuato a giocare fregandocene. Questo è un aspetto molto importante della nostra squadra”.

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol