Forza Robur, sferra il ko

La bella e importante vittoria del Matusa ha mostrato una Robur cinica e determinata, che ha saputo portare a casa i tre punti pur senza incantare dal punto di vista del gioco. Per mesi è stato sottolineato il solo limite che a volte aveva caratterizzato la squadra cioè quello di non riuscire ad avere la stessa personalità del Franchi anche in trasferta e di non essere in grado spesso e volentieri di concretizzare le occasioni nel momento cruciale di una partita.
Le ultime prestazioni, specia lontano da casa hanno invece invertito questa tendenza e dato ancora di più la consapevolezza a tutti di essere arrivati nella fase calda della stagione con la metalità giusta e una solidità di ferro in tutti i reparti.  Il salto di qualità tanto atteso è arrivato e sono ‘bastate’ due vittorie consecutive in trasferta per lasciare al palo le inseguitrici. Indipendemente da come andrà l’anticipo tra Empoli e Novara la Robur attuale non deve temere nessuno ma proseguire sulla sua strada: il Vicenza è un avversario ostico, in forma, e con il prestigioso ed insperato obbiettivo dei playoff davvero a portata di mano, grazie ad un buon gioco e all’ottimo lavoro del tecnico.
Già nella gara dell’andata i veneti di mister Maran avevano dimostrato di avere le carte in regola per impensierire la formazioni di Conte, sfiorando la vittoria in una gara che risultò piuttosto spettacolare nonostante il terreno pesantissimo. Sabato ci riproveranno. Ma Vergassola e compagni, ora più che mai hanno la consapevolezza che manca davvero poco per essere certi del raggiungimento del grande, e mai scontato, obbiettivo stagionale. (Guido De Leo)

Fonte: Fedelissimo Online