FORZA MISTER LA PRIMA VITTORIA E’ VICINA

“Le chiacchiere ‘un portano farina” così dice un vecchio detto, quanto mai attuale per quanto riguarda il Siena. Il dopo partita di Siena-Atalanta è stato nuovamente ricco di elogi per la formazione senese. Gioco di qualità, grinta, occasioni da rete e via dicendo, ma come al solito i tre punti non sono arrivati. L’ennesimo pareggio per 1 a 1 questa volta brucia ancora di più. Se il calcio fosse come il pugilato, il Siena oggi avrebbe ben più dei tre punti in classifica. Contro la rivelazione Atalanta, il Siena di Mandorlini ha sfiorato più volte il colpo del ko definitivo, soprattutto nel primo tempo, ma questo non è arrivato e per gli orobici, grazie anche all’aiuto del dodicesimo atalantino in campo, “l’arbitro” Palanca (ancora tu? Ma non dovevamo vederci più?), il pareggio è stato un gioco da ragazzi. Il capitolo “Palanca” vogliamo aprirlo e chiuderlo subito. Non vogliamo fare dietrologie fuori moda, il Siena non ha vinto e la colpa non è stata (solo) di Palanca. Detto questo, l’arbitro ci ha messo del suo fischiando a senso unico nel secondo tempo (addirittura ben 4 falli in attacco consecutivi, da record!), ma non ci sentiamo vittime di complotti come ha dichiarato Galliani per il suo Milan. Gli schemi di Mandorlini stanno dimostrandosi validi, per lo meno sotto il profilo del gioco, resta l’amarezza per non aver ancora conquistato bottino pieno, ma la strada è quella giusta, anche se a volte, da buoni tifosi, preferiremmo vincere al 90’ dopo aver giocato male per tutta la gara.. Forza mister, la prima vittoria è vicina! (a.g.)
Fonte: Fedelissimi