Forlì, Gubbio e San Marino dicono no al ripescaggio.

Le tre squadre retrocesse in serie D, al termine del campionato appena concluso, non chiederanno il ripescaggio in Lega Pro a causa dell'esoso contributo a fondo perduto che quest'anno è stato fissato dalla FIGC in 500 mila euro.
Il Gubbio, retrocesso dopo i playout (vinto dal Savona), sperano di essere riammessi in Lega Pro dopo il coinvolgimento nel calcioscommesse di Aquila, Savona, Santarcangelo e Teramo.

Fonte: Fedelissimo online