Focus sull’avversario: l’Alessandria

Oltre a rappresentare una delle società più storiche di tutto il panorama della Serie C, l’Alessandria nella sua storia recente ha sempre abituato a far parlare di sé. Dalla semifinale di Coppa Italia maggiore raggiunta contro ogni pronostico nel 2016, all’incredibile campionato dell’anno seguente, perso a vantaggio della Cremonese dopo aver dilapidato oltre 10 punti di margine, alla vittoria della Coppa di Serie C fino alla storica promozione in Serie B di due anni orsono. Tante stagioni caratterizzate da un comune denominatore: gli importanti sforzi economici della proprietà.

Dopo dieci anni, tuttavia, l’avventura di Luca Di Masi al timone dell’Orso grigio sembra essere arrivata agli sgoccioli. A far propendere l’imprenditore torinese verso questa scelta il clima di contestazione nei confronti del suo operato e un interesse che col passare del tempo è andato forse scemando. Di qui l’impasse che si è venuta a creare in estate, quando la compagine piemontese – scottata anche per lo spostamento di girone – è stata l’ultima a radunarsi per il ritiro estivo, con un mese di ritardo rispetto alle altre ed un parco giocatori completamente rinnovato. La politica di abbattimento dei costi ha portato il numero uno della società a richiamare dietro la scrivania Massimo Cerri (precedentemente responsabile del settore giovanile) e a promuovere sulla panchina Fabio Rebuffi, tecnico classe ’86 che nella cantera grigia aveva svolto tutta la trafila fino alla Primavera.

Ai due è stato affidato il non facile compito di mantenere la categoria ma, dopo una partenza piuttosto complicata, la squadra ha pian piano preso le misure al campionato provando a tirarsi fuori dalle zone basse. Nel frattempo, però, continuano a rincorrersi le voci di un possibile cessione: sembra infatti sempre più vicino il passaggio di proprietà all’imprenditore romano Manuele Ilari, che stando a quanto riportato dai principali organi di stampa sarebbe pronto ad attuare una rivoluzione con Alfonso Morrone nei quadri dirigenziali e Sandro Pochesci in panchina. Attesi possibili sviluppi nei prossimi giorni. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol – Foto: Il Piccolo