Focus sull’avversario: la Fermana

La cocente retrocessione dello scorso campionato, arrivata ai playout per mano della Viterbese al termine di una stagione travagliata, sembrava aver messo un punto di fine al ciclo che la Fermana ha portato avanti in questi anni di Serie C. Le vicende estive, però, hanno dapprima ridato speranza ai canarini e poi si sono tramutate in un’opportunità da cogliere al volo. Le bocciature di Teramo e Campobasso, infatti, hanno aperto uno spiraglio per un possibile ripescaggio che la società marchigiana ha saputo sfruttare per riprendersi quella categoria lasciata solamente pochi mesi prima.

Fondamentale in questo contesto è stato il contributo del main sponsor Vecchiola, resosi disponibile per coprire buona parte delle spese necessarie per far fronte agli oneri richiesti dalla domanda di ripescaggio. La società si è poi ristrutturata, dopo l’addio del deus ex machina Fabio Massimo Conti, che dopo i buoni risultati ottenuti in gialloblu ha preso la via di Crotone. A sostituirlo è arrivato Andrea Tubaldi, che ha assunto la carica di direttore generale, mentre all’area tecnica è stato confermato Massimo Andreatini. Dopo i numerosi cambi in panchina della passata stagione, la società ha puntato da subito su una bandiera del club come Stefano Protti, reduce da alcune stagioni alla Sammaurese, affidandogli una rosa rinnovata per cercare di centrare quanto prima la permanenza in categoria. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol – Foto: Cronache Fermane