Focus sull’avversario: la Carrarese

È da qualche anno che sta provando a fare il salto di qualità e in una circostanza, nella stagione inficiata dallo scoppio della pandemia ha anche sfiorato quella Serie B dalla quale manca da oltre 70 anni. La Carrarese è ormai una realtà affermata della categoria e gli ultimi campionati ne hanno fatto alzare ulteriormente lo status, grazie ad investimenti mirati e un’asticella alzata progressivamente, fattori che hanno contribuito a rendere la piazza gialloblu ancor più ambita e appetibile. I marmiferi hanno saputo anche mettersi alle spalle l’intenso quadriennio con Silvio Baldini in panchina, che aveva portato sì tante soddisfazioni e bel gioco, ma allo stesso tempo aveva dato la sensazione di essere il punto di fine del ciclo.

A fare le veci del vulcanico tecnico nativo di Massa è stato Antonio Di Natale, che al primo anno ha raggiunto una salvezza tranquilla e poi guidato la squadra ai playoff nel campionato appena trascorso. Questo non è bastato per guadagnarsi la riconferma, nonostante un ulteriore anno di contratto, in quanto il presidente Fabio Oppicelli ha deciso di intraprendere un’altra strada. A pagare questo cambio di strategia è stato anche Nelso Ricci, che così ha lasciato la squadra della sua città. In sua sostituzione è stato promosso Iacopo Pasciuti, inizialmente scelto per ricoprire il ruolo ad interim ma diventato a tutti gli effetti il direttore sportivo dei marmiferi.

La scelta del tecnico del nuovo corso è ricaduta su Alessandro Dal Canto, che dopo la travagliata esperienza di Viterbo – culminata comunque con una salvezza ad un certo punto quasi insperata – è tornato ad allenare in Toscana. L’ex mister bianconero, forte anche di una rosa rinforzata con elementi navigati e alcuni giovani molto interessanti, è riuscito da subito ad imprimere la sua idea di calcio e la squadra ne ha assimilato i concetti altrettanto velocemente, producendosi in una partenza sprint. Tra alti e bassi, i gialloblu viaggiano ancora nelle zone alte di classifica, dove vogliono mantenersi più a lungo possibile per insidiare le vere favorite del campionato. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol – Foto: La Voce Apuana