Focus sull’avversario: il Cesena

Nel gruppo di nobili decadute che fanno parte di questo raggruppamento è incluso anche il Cesena, una società che in quanto a blasone ha poco da invidiare alle altre. Analogamente a molte di queste, tuttavia, anche il sodalizio romagnolo ha dovuto vivere momenti sportivamente poco felici prima di tornare a godere di una certa stabilità.

La società è andata incontro al primo fallimento della sua storia nella recente estate del 2018: malgrado la squadra avesse conquistato la salvezza sul campo, le inadempienze economiche che gravavano sul club avevano portato la Covisoc a bocciarne l’iscrizione al campionato di Serie B. Vani tutti i tentativi messi in atto da Giorgio Lugaresi – figlio dello storico presidente Edmeo – nel tentativo di ottenere una rateizzazione della ingente massa debitoria, che il Cavalluccio si portava dietro già dagli anni della gestione Campedelli.

Il Cesena è così ripartito dai dilettanti grazie alla neonata Cesena Football Club S.p.A. e al titolo sportivo del Romagna Centro; le Noif, infatti, non prevedevano l’assegnazione di un titolo in presenza di un altro club cittadino iscritto al Dipartimento Interregionale, così si è optato per la fusione tra le due realtà. A prendere le redini della società è Corrado Augusto Patrignani, presidente Confcommercio Imprese per l’Italia cesenate. Al primo colpo, i bianconeri guidati da Giuseppe Angelini ottengono la vittoria del campionato di Serie D festeggiando così, dopo un solo anno di purgatorio, il ritorno nei professionisti.

La stagione del ritorno in Serie C (2019/20) comincia con un rampante Francesco Modesto in panchina, che dopo un inizio incoraggiante accusa un calo finendo per essere sostituito da William Viali. Il tecnico milanese, capace un anno prima di eliminare la Robur ai playoff con il suo Novara, riesce a risollevare in poco tempo i romagnoli fino allo stop imposto dalla pandemia. La società sceglie di rinnovargli la fiducia anche nelle stagioni a seguire tanto che il matrimonio va avanti ormai da quasi due anni: dopo il settimo posto della scorsa annata, i romagnoli stanno viaggiando a ritmi forsennati in questo campionato che li vede in terza piazza dietro solo alle corazzate Modena e Reggiana. Merito anche delle oculate scelte in fase di mercato che il direttore sportivo Moreno Zebi ha concretizzato in pieno feeling con lo stesso Viali, con il quale aveva già lavorato ai tempi di Novara.

Nel frattempo, mentre la parte tecnica e la squadra sono concentrate sul campo, si prospetta all’orizzonte un cambio al vertice del club: sembra infatti vicina la fumata bianca per l’acquisto del pacchetto di maggioranza delle quote da parte di Robert Lewis, avvocato newyorkese da tempo interessato ad entrare in società. Il nuovo socio dovrebbe fare il suo esordio allo stadio ‘Manuzzi’ proprio in occasione della partita di domenica contro il Siena. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol – Foto: cesenatoday.it