FLO NON SI ARRENDE E CERCA UNA SQUADRA

La parabola del gigante norvegese Tore Andre` Flo, dagli inizi in patria fino alle ultime avventure inglesi. La storia italiana del colosso di Stryn (Norvegia) e` durata solo due stagioni: Flo approda al Siena nel 2003/04, all’eta` di 30 anni, quando la sua carriera sembra aver gia` raggiunto il suo apice. In due anni in Toscana aiuta i bianconeri a mantenere la Serie A nei suoi primi anni di massimo campionato grazie a 13 reti in 63 apparizioni, risultando spesso la spalla ideale (e` altissimo, 1.93 m) per attaccanti del calibro di Enrico Chiesa e Nicola Ventola.  Gli anni migliori Tore Andre` Flo li aveva disputati prima del suo arrivo nella penisola: nato e cresciuto in una famiglia di calciatori, (anche i fratelli Jonstein e Jarle e il cugino Havard sono ‘pro’) muoveva i primi passi della sua carriera tra i dilettanti del Sogndal. Flo si era affacciato nel calcio che conta con le maglie di Tromso e Brann, anche se la vera consacrazione sarebbe arrivata solo dopo il suo sbarco a Londra, sponda Chelsea. Con la maglia dei ‘Blues’ sigla 34 reti in tre stagioni e mette in bacheca anche due FA Cup (1997 e 2000) e una Supercoppa Europea (1998). Molto positivi anche i due anni successivi, nei quali in 80 partite di Scottish Premier League segna 40 gol per i colori dei Glasgow Rangers, dove diventa un autentico idolo. Poi una stagione cosi` cosi` al Sunderland prima di sbarcare al Siena.  Tore Andre` nel frattempo colleziona anche 76 presenze nella nazionale norvegese, di cui ha difeso i colori dal 1995 al 2004: l’altissimo attaccante con 23 reti e` attualmente il quarto marcatore di tutti i tempi, al pari di Ole Gunnar Solskjær. Le sue prestazioni con la Norvegia gli valsero il nomignolo di ‘Flonaldo’ in occasione di un match amichevole vinto 4-2 contro il Brasile. Dopo l’avventura italiana (2003-2005), Flo decide di tornare in patria e si toglie la soddisfazione di vincere il campionato norvegese con la maglia del Valerenga, siglando anche quattro gol. Nel gennaio del 2007 decide poi di accettare l’invito dell’ex compagno di squadra Dennis Wise, manager del Leeds United: Flo firma un contratto fino alla fine della stagione per aiutare a salvare il club dalla retrocessione, ma dopo un inizio promettente deve desistere dal suo impegno a causa di un brutto infortunio al piede destro. E anche per il Leeds non va molto bene: lo United retrocede in Football League One. Flo intanto ha compiuto 34 anni, ma non si arrende alla carta d’identita`: attualmente infatti e` alla ricerca di un club per rilanciarsi. E vista la sua carriera e i suoi numeri non sara` certo un`impresa impossibile.

Fonte: www.datasport.it