Fiorenzuola: la rosa a disposizione di Tabbiani

Non ci sono nomi di grido, nessun giocatore supera le 30 primavere, ma l’organico del Fiorenzuola è costruito con raziocinio e negli anni ha acquisito esperienza e sviluppato una grande intesa nel rettangolo verde.

Reparto difensivo – A guardia della porta c’è Battaiola, estremo difensore strutturato, molto sicuro tra i pali. La difesa, attualmente la meno perforata del girone, è giovanissima (21 anni di media). L’unico over del reparto è l’ex Santarcangelo Bondioli, elemento duttile, capace di disimpegnarsi sia al centro che sulla fascia. Evidente è stata la crescita di Potop, stopper bravo in marcatura e nel gioco aereo, che un paio di anni fa faceva la riserva in Serie D, così come quella di Frison, centrale di grande statura ed elevazione. Sulle corsie possono giostrare invece il figlio d’arte Sussi, ex Arezzo, e Danovaro, terzino applicato in fase difensiva ma anche propositivo. Le alternative sono Yabre e Oddi.

Centrocampo – Due i calciatori di maggior esperienza. Il primo è Stronati, mezzala di quantità e dinamismo, bravo negli inserimenti, tornato in Serie C dopo la parentesi all’Albinoleffe di tanti anni fa, l’altro è Currarino, trequartista scovato dall’Entella nei dilettanti qualche stagione fa, bravo ad agire tra le linee e dotato di un mancino molto preciso. C’è poi anche Quaini, ex Piacenza e Pisa, mediano dalle buone geometrie, dotato di ottimo senso della posizione. Chi sta stupendo in positivo è Fiorini, intermedio scuola Fiorentina dalla spiccata personalità, piedi educati e ottima visione di gioco, e sta facendo altrettanto bene anche il giovane Di Gesù.

Attacco – Il principale elemento del reparto avanzato è Mastroianni, ariete ex Pro Patria e Lecco, discreto realizzatore, bravo ad aiutare la manovra e molto abile sulle palte alte. Il pericolo pubblico numero uno è però Morello, esterno cresciuto nella Pergolettese dotato di spunto, atletismo e finalizzazione, dalle spiccate doti nell’uno contro uno. Sulle fasce però agiscono anche altri due elementi rapidi come il brasiliano Sartore, già visto con le maglie di Lucchese e Alessandria, molto abile nel dribbling, e l’eclettico Blue Mamona. Tra le alternative come centravanti ci sono invece l’esperto Scardina e l’ex Pisa Giani. Ai box invece Oneto, reduce dalla rottura del legamento crociato del ginocchio.

L’organico del Fiorenzuola:

Portieri: Battaiola (’96), Sorzi (’00).
Difensori: Bondioli (’97), Cavalli (’00), Coghetto (’03), Danovaro (’01), Frison (’02), Oddi (’02), Potop (’00), Sussi (’01), Yabre (’02).
Centrocampisti: Arduini (’03), Currarino (’92), Di Gesù (’02), Fiorini (’01), Giallombardo (’04), Quaini (’98), Stronati (’97).
Attaccanti: Anelli (’04), Blue Mamona (’02), Giani (’00), Mastroianni (’92), Morello (’99), Oneto (’96), Sartore (’95), Scardina (’92).

(J.F.)

Fonte: Fol – Foto: Facebook US Fiorenzuola 1922