Fiorenzuola e Reggiana agganciano la vetta in attesa del posticipo. Ancona in continua risalita

In attesa del posticipo ad alta quota tra Entella e Cesena, la vetta della classifica si allarga a quattro squadre. A tornare davanti a tutte è il Fiorenzuola, che con un risultato all’inglese si impone a sorpresa sulla Carrarese facendo suo uno scontro diretto importante; per gli uomini di Tabbiani a segno Sartore e Stronati. Aggancia la vetta ma non esce pienamente soddisfatta dal suo incontro la Reggiana, bloccata sul pari al ‘Mapei Stadium’ da un Pontedera in grande forma. Addirittura i granata emiliani sono costretti a rincorrere dopo lo svantaggio arrivato per opera di Catanese, ma poi ci pensa Montalto a rimettere la sfida in parità. Sonoro invece il tonfo del Gubbio, caduto inavvertitamente tra le mura amiche per mano della Recanatese. I marchigiani vanno in vantaggio di due reti con Sbaffo e Alfieri, Bulevardi accorcia le distanze ma è un gol che illude, visto che Carpani chiude la partita a metà ripresa.

Continua la risalita dell’Ancona, che con il successo casalingo sull’Imolese si porta a sole tre lunghezze dal primo posto momentaneo. Decide la sfida del ‘Del Conero’ una rete di Mattioli a cinque minuti dalla fine. A secco di vittorie da qualche turno invece il Rimini, fermato sul pari dalla Torres. Al vantaggio di Delcarro risponde Sanat per i sardi. Il segno X si ripete anche nelle tre sfide salvezza della giornata. Finiscono a reti bianche Aquila Montevarchi-Vis Pesaro e Fermana-Alessandria, mentre va in scena il festival del gol a Olbia, tra i sardi di Occhiuzzi e il San Donato. Botta e risposta in avvio tra Ubaldi e Ragatzu, poi la rete di Calamai fa assaporare alla compagine di Magrini il ritorno alla vittoria, che però sfuma proprio in extremis per la rete di Boganini. (J.F.)

La classifica dopo la tredicesima giornata in attesa del posticipo

Fonte: Fol – Foto: Facebook US Fiorenzuola 1922