Finito il campionato, quale futuro?

E adesso? Fino alle 22.30 di ieri sera il futuro della Robur speravamo fosse martedì 3 dicembre, per il primo turno dei playoff. E invece il grande sogno, la possibilità di andassi a giocare la promozione in A è svanito in terra varesina.

Quindi? Si prospetta un mese intenso, speriamo fatto non solo di chiacchiere ma anche di fatti concreti. Nella settimana appena trascorsa si è sentito parlare della possibilità di un cambio di proprietà e gli incontro, secondo quanto appreso, sono proseguiti e si sta discutendo l’eventuale e probabilmente fondamentale passaggio di proprietà. Tanti però sembrano ancora essere i nodi da sciogliere, con le parti in causa che nella prossima settimana si ritroveranno per portar vanti il discorso avviato.

La sensazione è che la fine della stagione, per quanto negativa, possa essere uno slancio nelle trattative, o almeno mettere un punto fermo. Voci parlano di un possibile disimpegno di Mezzaroma una volta finita la stagione, ma tutto logicamente resta nel campo delle ipotesi.

Intanto il 15 giugno c'è una nuova scadenza per quanto riguarda stipendi e contributi relativi a marzo ed aprile 2014. Una nuova inadempienza porterebbe ulteriori due punti di penalizzazione (sommati a quelli che arriveranno per il mancato pagamento di gennaio e febbraio 2014). Ma tali mancanze andranno necessariamente ottemperate entro la fine di giugno, essendo essi requisiti fondamentali per l'iscrizione alla prossima stagione sportiva. 

In mezzo a tutto ciò, giugno è il mese delle comproprietà, con alcune situazioni che potranno esser discusse (Giannetti o Larrondo per citarne alcune) e teoricamente portare liquidità nelle casse del Siena. Un giugno caldo, caldissimo, dove è purtroppo il campo non sarà protagonista. Noi attendiamo notizie, con la speranza che la Robur abbia un futuro.

Fonte: Fedelissimo Online