Finire con onore

Questa sera il Siena darà l’addio (o l’arrivederci) alla serie A e lo farà in grande stile sotto i riflettori di tutta l’Italia calcistica. Affronteremo un Milan in piena corsa per la Champions a cui fanno gola i tre punti con la Fiorentina pronta a guadagnarci in caso di passo falso. Fin qui la fredda cronaca di quello che potrà essere e che carica la gara odierna di mille significati. Sul web e sui giornali i tifosi fiorentini, dirigenti compresi, si sono scatenati più o meno seriamente per spronare i bianconeri alla vittoria, tanto che molti tifosi della Robur si sono posti il dilemma: sperare di perdere per fare un bel dispiacere alla Fiorentina?
Noi la pensiamo diversamente. La Fiorentina in Champions League non ci fa certo piacere, del destino del Milan ci importa poco o niente, a noi importa l’onore del Siena. Lasciamo la serie A dopo aver subito delle palesi ingiustizie a partire dall’estate scorsa con i sei punti di penalizzazione, lasciamo la massima serie e vorremo che il Siena lo facesse dimostrando che è una squadra vera, una squadra capace di lottare per dimostrare di non fare piaceri a nessunoe di non essere disposti a fare lke vittime sacrificali.  Non sarà facile, tutt’altro, abbiamo perso tutte le ultime cinque partite, molto probabilmente il Franchi oggi sarà pieno di tifosi milanisti, e già questo non ci entusiasma, ma crediamo che il Siena debba congedarsi dal calcio che conta in grande stile, fornendo una prestazione per quanto possibile, vera e senza macchia. Un pensiero lo rivolgiamo anche ai tanti tifosi del Milan che oggi giungeranno a Siena. A loro chiediamo quel rispetto che meritiamo, visto che la partita, che gli piaccia o no, si giocherà a Siena.
Noi ci speriamo, poi sarà quel che sarà, l’importante è fregarsene delle grandi squadre, della Champions o quant’altro. Noi siamo tifosi della Robur e basta. E poi chi l’ha detto che l’odiata viola vinca facilmente a Pescara….

Antonio Gigli

Fonte: Fedelissimo online