Finalmente una gioia!

Qualcuno dirà che la vittoria con la Pianese rappresenta il minimo sindacale, ma in un’annata come quella che sta concludendosi, dove è successo di tutto e di più, chiudere con una bella vittoria e conquistare i playoff, non può che dare gioia. Lasciamo da parte la classifica e i programmi di partenza e diamo il giusto valore al quinto posto che ci garantisce l’accesso alla fase playoff ma, soprattutto, alla possibilità di chiedere un eventuale ripescaggio. Come già scritto i playoff non garantiscono niente se non la possibilità di far parte di una lista di società che potrebbero chiedere di essere ammesse alla serie C. Ad oggi niente è ancora sicuro e la dead line sarà il 28 di giugno, termine ultimo riservato alle società di Lega Pro per presentare la domanda di iscrizione con tutti gli adempimenti necessari. Le prime indicazioni di posti vacanti in serie C si avranno, quindi, tra pochi giorni, perché se nessuno mostrasse difficoltà economiche il discorso si chiuderebbe subito.  Un passo alla volta, ma il primo, il più importante, è stato compiuto ieri a Piancastagnaio con una vittoria che non era così scontata come il campo ha dimostrato. Sabato la semifinale dei playoff con il Siena impegnato sul campo del Trastevere, una gara secca in cui i rionali avranno dalla loro due risultati su tre. Abbiamo conquistato sul campo questo diritto, ora giochiamocela fino in fondo, con la sciabola e con il fioretto, ma se servisse anche con la lancia. Il Siena che vince da gioia a tutti, soprattutto in una stagione dove abbiamo preso troppe manate, ma di vittoria in vittoria la delusione si allontana e le vittorie, panacea a tutti i mali, aprono alla speranza di un futuro ancora da scrivere, ma che promette bene.

Fonte: FOL