Ferrari: “Siena punto di ripartenza. Dopo Lecco troviamo continuità”

“La mia esperienza in bianconero sta andando bene, mi trovo bene con i compagni e la città è bellissima. Qua ci sono tutte le strutture per lavorare bene, mi auguro che sia una stagione importante”. Parole di Lorenzo Ferrari, secondo portiere dietro Confente, arrivato a titolo definitivo in estate dopo le esperienze nelle giovanili del Milan e poi a Rimini, Arezzo e Verona. “Il preparatore dei portieri, Tosti, lo conoscevo già, l’avevo avuto due anni fa ad Arezzo e sapevo come lavorava. Mi trovo bene a lavorare anche con Confente e con Petrucci, siamo un bel gruppo e lavoriamo bene con impegno e serietà”. “Per me – sottolinea Ferrari, in un'intervista al sito ufficiale della Robur – Siena è un punto da cui ripartire, ho avuto delle bellissime esperienze a Verona anche se ho avuto poco spazio. Ora sono in una piazza altrettanto blasonata per ritagliarmi il mio spazio, è un passo indietro guardando alla categoria visto che lo scorso anno ero in serie B, qua però c’è tutto per far bene”. Sui risultati altalenanti, “non credo sia un fattore di casa o fuori casa. Guardando oggettivamente le nostre prestazioni anche in casa abbiamo fatto bene, con l’Olbia abbiamo dominato e siamo stati puniti su due palle inattive: il calcio è così, in serie C a maggior ragione, devi essere attento, lucido e cattivo al 100%. Con la Carrarese la partita è stata indirizzata dagli episodi, potevamo passare in vantaggio nei primi minuti e poi Maccarone ha trovato l’eurogol. Ci sono degli errori da correggere, ma non siamo stati neppure fortunati”. Battuta finale sulla vittoria di Lecco. “Ci voleva – conclude il portiere bianconero – ci dà fiducia e ci fa lavorare con maggiore serenità questa settimana: mi auguro che sia un punto da cui partire per trovare continuità e soprattutto per regalarci la prima gioia in casa e per regalarla ai nostri tifosi”.

Fonte: FOL