Ferranti: “Sabato spero di esserci, sei anni in bianconero non si dimenticano”

Su Antennaradioesse è intervenuto Emilio Ferranti, storico bomber bianconero degli anni ’70 che vive a Cremona.

Siena – “Sei anni bellissimi non si dimenticano, un figlio è nato a Siena, quindi ci sono tutti i presupposti per non dimenticarsi di questa città”.

Cremonese – “La Cremonese deve stare attenta di non farsi riprendere da Livorno e Arezzo. In quest’annata arrivare secondi è importante, si risparmiano fatiche”.

La partita – “Sei ci sarò? Sarà difficile ma ci spero fino all’ultimo, giocando la sera dovrei giocare poi con la mia di squadra e mi tornerebbe difficile, però vedo se riesco a fare un salto. Altrimenti ci sarà il tempo per venire. Vorrei rivedere tanti amici ma sono andato a Piacenza col Pro e mi hanno detto che era la più brutta partita del Siena di quest’anno. Poi c’è poco tempo, non vorrei fare una corsa e poi portare male”.

Serie B – “E’ difficile vincere campionati. A livello societario il ragioner Arvedi ha potenzialità per categorie superiori e tutti se lo augurano di poter vincere questo benedetto campionato. Va considerato che ci sono tante grandi squadre intorno. Milan e Inter, poi anche l’Atalanta non è distante, così come il Brescia. Trovare spazio in mezzo a questa realtà è difficile. (G.I.)

Fonte: Fol