Feddal: “Marocco già al lavoro per vincere la Coppa d’Africa”

Chiacchierata sul calcio marocchino con Zouhair Feddal, calciatore in forza al Siena che in questi giorni è in ritiro con la sua nazionale per preparare le amichevoli contro Mozambico, Angola e Russia.

Partiamo dal ct. Trapattoni è stato a un passo dalla panchina del Marocco.
"E' vero, sarebbe stata una buona opzione, ma anche Zaki è una buona scelta. Conosce l'ambiente, ha già guidato il Marocco dal 2002 al 2005 e ha le idee chiare su come muoversi".

C'è delusione per la mancata qualificazione al Mondiale?
"Sicuramente, abbiamo avuto la sfortuna di capitare in un gruppo difficile con la Costa D'Avorio. In casa abbiamo fatto sempre bene, mentre in trasferta la squadra s'è comporta meno bene. La sconfitta contro la Tanzania e il pareggio col Gambia hanno sancito la nostra eliminazione".

Nel 2015, però, avrete subito la possibilità di rifarvi.
"Giocheremo in casa la Coppa d'Africa, sarà un'occasione importantissima per noi. In Marocco la Nazionale è molto seguita e noi vogliamo vincere quella Coppa tra un anno".

Su chi punterete per vincere quel trofeo?
"La nostra forza è il gruppo, siamo tutti uniti. Ci sono, però, anche molte individualità importanti: Benatia, Belhanda, El-Arabi, El Kaddouri, Amarabat, Taarabt e tanti altri…"

A proposito di Taarabt. Cosa è accaduto col ct?
"Credo sia stata solo un'incomprensione. Taarabt in nazionale è sempre stato molto professionale e presto tornerà per darci una mano".

Chiudiamo col Mondiale. Quali sono le nazionali africani da temere di più?
"La Costa D'Avorio ha ottime individualità, però il gruppo nel suo complesso non mi convince. Molto più solido mi sembra il Ghana, ma la squadra che mi sembra messa meglio è la Nigeria. E' un ottimo collettivo che ha già vinto l'ultima Coppa d'Africa. Il ct Keshi è molto bravo e credo possano far bene al Mondiale, anche perché fisicamente sono ben strutturati e questo aspetto in un clima come quello brasiliano farà la differenza".

Fonte: tuttomercatoweb.com