Favalli: “Ho trovato un gruppo eccezionale. In C serve costanza, non dovremo mai mollare mentalmente”

Alessandro Favalli si è già inserito alla grande in questo Siena, sfoderando due prove di autorità contro Teramo e Carrarese. Il terzino bianconero oggi ha parlato per la prima volta davanti ai microfoni, al campo di Castellina Scalo prima dell’allenamento pomeridiano:

Partenza – “Siamo partiti molto bene nonostante la squadra sia stata formata all’ultimo. Io sono arrivato la settimana prima dell’inizio del campionato ma ho trovato subito un gruppo formato da persone eccezionali, sia i miei compagni che lo staff. Mi sono sentito subito parte integrante, e poi questo inizio ha dato ancora più entusiasmo”.

Condizione – “Ero svincolato, durante l’estate ho cercato di tenermi allenato il più possibile seguendo un programma. Però conta la palla, allenarsi con la squadra. Per fortuna sono arrivato in condizioni non troppo disastrose (ride, ndr). Sono contento di aver già giocato due partite da titolare, mettere minuti nelle gambe è fondamentale”.

Note positive – “Sono contento per prima cosa per il risultato. Logicamente, giocando in difesa, guardo prima di tutto alla fase difensiva, e non aver ancora subito reti è importantissimo. Ma anche a livello offensivo mi piace dare il mio contributo”.

Classifica – “È presto, ma certamente guardare tutti dall’alto dà morale e aiuta a lavorare bene, del resto vincere aiuta a vincere. Ti fa preparare bene le partite e recuperare prima la fatica”.

Cosa serve in Serie C – “La costanza è l’aspetto principale, ma soprattutto non mollare mai mentalmente. In C puoi vincere contro la squadra più blasonata e poi perdere con l’ultima. Conta l’aspetto mentale ma anche ovviamente lavorar sodo durante la settimana. In questo gruppo vedo qualità, è formato da gente esperta e ragazzi giovani che quando scendono in campo ci mettono l’anima”.

Campionato – “Sarà una bella battaglia, dobbiamo pensare partita dopo partita e lavorare come stiamo facendo”.

Difficoltà – “Giocare contro il Siena, già per il nome ed il blasone, porterà le squadre a scendere in campo con un atteggiamento agguerrito. Noi dovremo avere pazienza e cercare di imporre il nostro gioco, con l’obiettivo di fare più punti possibili”.

Teramo – “È una partita da preparare bene come tutte le altre. Anche la Coppa è da non sottovalutare, perché se riesci ad arrivare fino in fondo dà un grosso vantaggio. Il Teramo l’abbiamo già incontrato due settimane fa quindi un po’ li conosciamo, cercheremo di fare una buona gara”. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol