ESORDI, ETTI E SGAMBETTI di Senio Losi

In un grigio contesto fatto dalle più svariate difficoltà ed incertezze decisionali, ecco che il SIENA si presenta in quel di BARI con molti interrogativi e senza una punta di ruolo, al cospetto di una squadra ospite che tutto è sembrata fuorché inavvicinabile.

E la partenza non è certo delle migliori visto che dopo pochi secondi il lesto JOAO SILVA fredda tutti portando in vantaggio i galletti.

La reazione del SIENA è fumosa e sconclusionata, complice soprattutto quella inevitabile convinzione mentale che senza una punta di ruolo in grado anche solo di molestare i difensori locali risulti veramente difficile provare fare paura.

FABBRINI (VOTO 5,5) e i suoi etti non tengono mai botta e ROSINA (VOTO 5.5) tenta in qualche modo di tenere palla e far salire alla meglio la squadra.

E quando CECCARELLI (VOTO 4,5) stupisce tutti facendosi portare via dai piedi l’orrenda pallina che porta al raddoppio locale, ecco che BERETTA decide che finalmente è giunto il momento di cambiare.

Dentro nella mischia il giovanissimo CAPPELLUZZO (VOTO 7) che incide subito con un ottimo colpo di testa che si insacca alle spalle del tronchetto GUARNA.

I BIANCONERI si rianimano subito e provano più volte a portare pericoli alla difesa dei galletti, senza però quel briciolo di convinzione in più che porti al tiro in porta.

Altra nota non felicissima della partita è l’assurda espulsione di VALIANI, reo di aver sgambettato qualcuno a partita ormai finita.

A.A.A. cercasi immediato centravanti boa in grado di portare quei chili e centimetri smarriti con lo sfortunato incidente di PLASMATI. (Senio Losi)

Fonte: Fedelissimo online