Esclusiva FO – Mezzaroma: questo il mercato del Siena

In questa fase della stagione tutte le attenzioni dei tifosi sono riversate sul calcio mercato, come si muoverà il Siena?

“Come tutti sappiamo il periodo della trattative durerà circa due mesi, ma prima c’è un appuntamento importante che è la risoluzione delle comproprietà. Il Siena dovrà risolvere molte situazioni ma confido che si possa svolgere un buon lavoro. Io sono nuovo del calcio, ma ho la grande fortuna di avere accanto un dirigente come Giorgio Perinetti, una persona seria, preparata e profondo conoscitore di questo mondo a cui mi sono avvicinato da circa un anno e mezzo.

Una volta risolte le comproprietà si lavorerà per consegnare a Sannino una squadra già impostata e su cui lavorare durante la preparazione. Ma saranno le due ultime settimane quelle più importanti, quando tutte le società avranno valutato tutti gli elementi delle rose e, immancabilmente, procederanno a dei tagli. Non dimentichiamo che quest’anno saranno ben 14 le squadre che hanno cambiato la guida tecnica ed è inevitabile che , prima di procedere alla definizine della rosa,  vorranno valutare bene tutti i componenti in organico. In questa fase si presenteranno occasioni che prima erano difficilmente raggiungibili, i prezzi caleranno sensibilmente e noi saremo pronti per completare la rosa.”

Qualche nome, chiediamo troppo?

“E’ presto per fare nomi, quello che posso dire è che, d’accordo con Perinetti e Sannino, dovremmo apportare peso, centimetri ed esperienza in tutti i reparti. In serie A non si scherza e noi vogliamo e dobbiamo fare tutto il possibile per mantenere la categoria.”

Ma quale sarà il budget a disposizione di Giorgio Perinetti?

“”Il direttore avrà a disposizione tutto quello che riuscirà ad ottenere con la risoluzione delle comproprietà e con le cessioni di quei calciatori che non rientrano più nei nostri programmi. Questo in linea di massima poi, ci sarà da valutare l’entità dei diritti televisivi a nostro appannaggio e, come è successo nella passata stagione con Brienza, nel caso si presentasse un’occasione importante la società non si tirerebbe indietro.” (Nicnat)

Fonte; Fedelissimo Online