ESCLUSIVA F.O. – PERINETTI: IL RINNOVO A VERGASSOLA SEGNO DI CONTINUITA’

 

Il sibillino Giorgio Perinetti non è uno a cui piace fare programmi futuri quando ancora il presente è incerto. Per poco ancora, questo è vero. Ma di fatto la serie A non è matematica e il direttore sportivo bianconero non si sbilancia, non più di tanto. Meglio rimandare di qualche settimana programmi e dichiarazioni. Ma le idee ci sono e oggi ne è stata già messa in pratica una…
Direttore partiamo dalla notizia del giorno: finalmente è arrivata l’ufficialità del rinnovo del contratto del capitano…
“Era fatta già da diverso tempo, almeno da un paio di mesi, anche se l’ufficialità è arrivata soltanto oggi. Il rinnovo di Vergassola era una delle priorità della nostra agenda, dovevamo solo risolvere delle questioni burocratiche. Lo meritava, è un giocatore importante per il Siena, un simbolo di questa squadra”.
E’ il primo passo della costruzione del nuovo Siena?
“E’ più un segno di continuità: un collante tra passato, presente e futuro. Vergassola, per il Siena rappresenta l’oggi e la speranza è che possa rappresentarne anche il domani”.
Ha parlato di priorità in agenda: quali le altre?
“Sicuramente la promozione in serie A. Senza quella è inutile parlare. Stiamo dando per scontato un obiettivo, ma la matematica ancora non è dalla nostra parte. E’ tiranna, la matematica, finché non arriva è difficile poter fare o dire qualcosa. Con l’allenatore e la società abbiamo detto di ritrovarci dopo Novara…”.
La promozione arriverà al Piola, secondo lei?
“Non ho mai fatto tabelle, ma sono certo che se la squadra continuerà a comportarsi come sta facendo, arriverà molto presto”.
Sempre in tema di rinnovi: ci sono novità sui contratti di Del Grosso e Ficagna?
“No, nessuna novità, ma il comportamento del giocatore giustifica le decisioni della società. Del Grosso con la partita di sabato e non solo ha ipotecato la sua permanenza in maglia bianconera”.
Capitolo comproprietà: è ipotizzabile un ritorno dei vari Galloppa, Ghezzal…?
“Le comproprietà vanno risolte entro il 25 giugno. Ma il discorso è sempre lo stesso. Finché i campionati non danno i loro verdetti sono tutte parole campate in aria. Il Bari, per esempio, deve riassestarsi da un punto di vista societario. Il Parma deve ancora salvarsi, proprio come noi dobbiamo ancora centrare la promozione. Certi discorsi sono belli da fare, ma è presto. Appena potremo ci confronteremo con le reali possibilità e vedremo il da farsi”.
Bolzoni e Marrone?
“Bolzoni non è un problema: lo abbiamo preso in prestito con diritto di riscatto del 50 per cento. Eserciteremo il nostro diritto e acquisteremo la comproprietà, non si discute. Diverso il discorso per Marrone che è in prestito secco. Con la Juve, che ha in forza nostri ragazzi, abbiamo ottimi rapporti. Ma dovremo valutare anche il tipo di organico che vorremo allestire. Marrone è un giovane dalle grandi prospettive, e avere dei giovani in squadra è importante. Ma per la permanenza in categoria serve anche stabilità”.
Mezzaroma ha recentemente dichiarato che sta parlando con Perinetti per un prolungamento del suo contratto…
“Questo è un altro discorso ancora… Parlare di prolungamento significa voler dare stabilità a un progetto. Dare continuità a un qualcosa di iniziato. Vedremo parlando come andrà a finire”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line