ESCLUSIVA – Antonelli: “Lunedì abbiamo onorato le scadenze”

La Robur questa settimana ha fatto parlare di sé, purtroppo, non solo per la gran vittoria sul Cesena, ma anche per quanto successo fuori dal campo. Lunedì il pagamento delle scadenze e il contemporaneo deferimento per i mancati contributi di maggio e giugno 2013. Ieri, infine, è stato comunicato che l'Alta Corte di Giustizia Sportiva ha fissato per il 7 aprile 2014 un’udienza dove sarà trattato il caso tra Sopranzi e l’AC Siena. Di tutto ciò, oltre che della sfida di domani ad Avellino, abbiamo parlato col responsabile dell’area tecnica bianconera Stefano Antonelli.

Partiamo dal deferimento di lunedì, di cosa si tratta?
Il deferimento di lunedì è arrivato per la nuova recidiva del mancato pagamento dei contributi di maggio e giugno 2013, facente riferimento alla scadenza del 16 gennaio 2014. Adesso sarà discusso nelle sedi opportune e verranno prese le decisioni del caso.

Ieri è stata fissata l’udienza per il ricorso del procuratore Samuele Sopranzi. Di cosa si tratta?
Il fatto si riferisce ad un fatto datato luglio 2010, quando il Siena prelevò il calciatore Di Crescenzo. Per quel caso il procuratore del ragazzo ha aperto un contenzioso con la società bianconera, dovendo lui percepire una cifra poco superiore alle 10mila euro. Si tratta di una vicenda legata alla vecchia gestione della Robur e, che non ha assolutamente niente a che fare con penalizzazioni e adempimenti vari legati al presente.  E proprio in riferimento a questa situazione, mi sento “tranquillo,”, non potendo tale situazione poter incidere sull’attualità del Siena e portare ulteriori punti di penalizzazione al Siena.

La scadenza di lunedì è invece stata rispettata.
Lunedì è stato tutto ottemperato e con il rispetto di questa scadenza per la stagione in corso non potranno arrivare ulteriori punti di penalizzazione da scontare derivanti da eventuali future scadenze “saltate”.

Passando al campo, domani trasferta ad Avellino.
Andiamo ad affrontare una squadra che sta bene, che merita la classifica attuale e attorno alla quale c’è un grande entusiasmo da parte della piazza. Gara importante? Né più né meno della scorsa o della prossima: da adesso alla fine dell’anno ci aspettano 13 gare importanti che andremo a giocarci.

Infine, -1 da playoff: è questo l’obiettivo?
Noi dobbiamo continuare quanto fatto fino ad adesso, proseguendo il gran lavoro che stiamo facendo da inizio anno e pensare gara dopo gara. La serie A? È un sogno per tutti, non solo per noi: penso a chi ci è davanti in classifica, ma anche squadre che adesso ci seguono come lo Spezia o il Carpi (che ha cambiato allenatore e fatto un mercato invernale importante)  ci proveranno fino all’ultimo. (Luca Casamonti)

Fonte: Fedelissimo Online