Ennesima delusione: la Robur chiude sul 3-0 il p.t., ma si fa rimontare e rischia grosso nel finale

Robur Siena (3-5-2): Montipò; Celiento, Portanova, Paramatti; Pellegrini, Opiela, Burrai (86' Minotti), La Vista (78' Rozzi), Masullo; Cori, De Feo (69' Torelli). A disposizione: Bacci, Mastronunzio, Saba, Boron, Cedric, Fella, Yamga, Ficagna, Beye. All. Carboni.
Teramo (4-4-2): Narduzzo; Brugaletta (69' Palma), Caidi, Perrotta, Cecchini; Paolucci (55' Forte), Amadio, Cruciani, Di Paolantonio; Petrella, Moreo (88' Le Noci). A disposizione: Tonti, Scipioni, Prezioso, Le Noci, Monni, Tini. All. Vivarini. 
Arbitro: Miele di Torino
Marcatori: 13' La Vista (RS), 33' De Feo (RS), 39' Celiento (RS), 52' Moreo (T), 85' Cruciani (T), 91' Palma (T).
Ammonito: Celiento (RS), Cecchini (T), Pellegrini (RS), Cruciani (T), Caidi (T).
Espulso: Celiento (RS)
Spettatori: 3.654 di cui 3.278 abbonati e 226 paganti. Ospiti 24
Recupero: 1', 4'

Mai era successo di segnare tre gol nei primi 45’ in campionato. Il Siena domina il primo tempo e realizza con tiro dalla distanza di La Vista (che si ripete dopo la rete dell’andata) e due reti da palla inattiva di De Feo e Celiento. Già due volte, invece, la Robur ne aveva incassati tre in 45’. Era successo ad Aprilia e Carrara, è riaccaduto oggi nel secondo tempo. Moreo, Cruciani e Palma ristabiliscono la parità e fanno riesplodere i malumori della tifoseria. In un difficile finale di gioco i bianconeri rischiano grosso: Celiento viene espulso in area di rigore, l’arbitro indica il dischetto ma è corretto dall’assistente che aveva alzato la bandierina. 

94' termina qui un pirotecnico Siena-Teramo. Risultato finale 3-3

93' Perrotta stacca di testa, l'arbitro mostra il rosso a Celiento per una gomitata in area ma non fischia il rigore perchè il guardalinee aveva alzato la bandierina

91' il diagonale di Palma col mancino si spegne all'angolino, 3-3

90' quattro minuti di recupero

88' dentro Le Noci, fuori Moreo

87' contropiede di Rozzi, palla a sinistra per Opiela che si accentra ma non centra lo specchio

86' Minotti rileva Burrai

85' Cruciani mette dentro dopo una mischia in area e accorcia le distanze: 3-2

83' angolo di Burrai, Rozzi spizza di testa ma Palma salva sulla linea

80' cross basso di Cecchini, su un rimpallo salva Montipò coi piedi

78' entra Rozzi per La Vista

77' ammonito Caidi per fallo su Cori. Giallo pure per Cruciani per proteste 

75' Cecchini calcia sull'esterno della rete

73' Petrella avvia il contropiede, Moreo sfonda in area e crossa per Forte, reattivissimo Montipò che respinge

69' Palma rimpiazza Brugaletta. Fuori anche De Feo, al suo posto Torelli

68' Pellegrini stende Cecchini, giallo per lui

67' il tiro di Forte è telecomandato sui guanti di Montipò

65' Cecchini ferma la palla con la mano, è il primo a finire nell'elenco dei cattivi

62' Petrella contrastato da Masullo si allunga e calcia fuori su un traversone dalla sinistra

59' Moreo in fuorigioco. Vivarini protesta e viene richiamato dall'arbitro

58' De Feo ha spazio in contropiede ma giunto al limite non angola il mancino a sufficienza; Narduzzo si distende e blocca

55' Forte subentra a Paolucci

53' La Vista lancia Cori, l'ex Arezzo vede Narduzzo fuori dai pali ma non imprime la giusta forza favorendo il recupero del portiere biancorosso

52' Moreo accorcia le distanze con un colpo di testa ravvicinato sugli sviluppi di un angolo

51' Di Paolantonio crossa per Caidi, Montipò sventa in corner il suo colpo di testa

49' Moreo dalla destra. Montipò blocca in due tempi

46' giallo a Celiento per fallo su Moreo

Rinizia il secondo tempo senza nessun cambio

Mai era successo di segnare tre gol nei primi 45’ in campionato. Basta questo per descrivere il primo tempo di Siena-Teramo. Bianconeri in vantaggio con un tiro dalla distanza di La Vista, che si ripete dopo la rete dell’andata, poi arrotondano De Feo e Celiento assistiti da Burrai, che da fermo si rivela determinante. Gli ospiti pervenuti solo nel finale con Cruciani che ha sparato alto a ridosso dell’area di rigore. 

46' dopo un minuti di recupero temrina qui il primo tempo

45' errore di Celiento che calcia su Pellegrini, Moreo fa sponda per Cruciani che da ottima posizione spreca calciando altissimo

40' Moreo rientra per poi scaricare su Montipò. Sterile al momento l'offensiva degli ospiti

39' Tre a zero Robur!! Punizione a giro di Burrai, per Celiento è tutto facile appoggiare di testa in rete 

33' De Feo!! 2-0 Robur!! Due angoli di Burrai nel giro di trenta secondi, sul secondo De Feo anticipa tutti sul primo palo e raddoppia

30' La Vista verticalizza per De Feo, colto in posizione irregolare. Il suo sinistro era comunque finito alto

27' Di Paolantonio dala sinistra su punizione, Moreo è più alto di tutti ma non angola di testa

21' Celiento su Di Paolantonio, l'arbitro Miele lo richiama

15' Di Paolantonio rientra e tira, Montipò blocca senza problemi

14' E' il secondo gol in campionato per La Vista. Aveva già segnato all'andata nel momentaneo 1-1 su assist di Piredda

13' gooooool della Robur!! La Vista!! Caidi rinvia male, Masullo appoggia per La Vista che carica il destro dai venticinque metri e trafigge Narduzzo, non impeccabile nella circostanza

6' cross basso di Pellegrini, La Vista è solo ma il suo tiro è ribattuto in corner

3' De Feo dalla distanza, stop e tiro che impegna Narduzzo in angolo

1' Moreo apre per Cruciani, cross deviato e primo angolo della partita sotto la curva Robur

Partiti!! E' incominciata in questo istante la partita!!

Stanno per entrare in campo le squadre. Robur in tradizionale maglia a scacchi, Teramo in completo rosso

Carboni conferma modulo e otto undicesimi della trasferta di Arezzo. In difesa torna Paramatti, al centro Burrai è preferito a Minotti e davanti la spalla di Cori è De Feo. Dei ventiquattro l'escluso è Bastoni. Nel Teramo non ci sono capitan Speranza e Cenciarelli, al loro posto Perrotta e Cruciani.

Siena e Teramo si affrontano per la terza volta quest'anno, dopo il 2-1 dell'andata che fece fuori Atzori e l'1-0 di Coppa che portò la Robur alle semifinali. L'ultima gara di campionato al Franchi risale però al 1986, quando Santino Nuccio, intervistato ieri dal Fol, realizzò il gol che decise la partita.

Giuseppe Ingrosso

Fonte: Fol