È trionfo Modena, alla Reggiana non bastano 86 punti. Playout con il punto di domanda

Sono servite tutte e 38 le giornate per la matematica certezza ma alla fine il campionato ha visto trionfare il Modena. Tesser festeggia la sua quarta promozione in Serie B, e lo fa all’ultimo tuffo ricordando il successo di qualche anno fa con la Cremonese. I canarini, davanti ad oltre 13mila spettatori, fanno un sol boccone del Pontedera (4-0, reti di Tremolada, Silvestri e un doppio Scarsella) festeggiando così il ritorno in cadetteria a distanza di sei anni. Nulla da fare per la Reggiana, che deve accontentarsi della seconda piazza nonostante il mostruoso score di 86 punti totali. Nell’ultima stagionale i granata espugnano Teramo all’inglese (reti di Cigarini e Rosafio) e ora dovranno ricaricare le pile in vista dei playoff.

Alla fase nazionale accede anche il Cesena, che però comincerà dagli ottavi in virtù della terza piazza ottenuta. Dietro ai romagnoli finisce la Virtus Entella (vincente per 2-1 sulla Fermana) che approfittando del mezzo passo falso del Pescara (2-2 contro l’Imolese) scavalca il Delfino al quarto posto grazie alla migliore differenza reti. Gli uomini di Volpe si risparmiano così un turno e attenderanno la peggiore piazzata tra le qualificate della prima fase.

Al sesto posto in graduatoria finisce l’Ancona Matelica. I dorici travolgono la Vis Pesaro nel derby marchigiano (0-4, reti di Delcarro, Sereni, Faggioli e Rolfini, che con questa rete si laurea capocannoniere) blindando il proprio posto playoff e, allo stesso tempo, facendo scivolare i corregionali fuori dagli spareggi per salire in B. A scalzare la formazione di Banchini è l’Olbia, vincente contro il già retrocesso Grosseto (3-1, a segno Ragatzu, Udoh e Biancu). Con questo successo i bianchi si issano al nono posto, che gli varrà la sfida in trasferta proprio al ‘Del Conero’ di Ancona.

Già sicura dell’accesso ai playoff era la Lucchese, che battendo al ‘Porta Elisa’ la Pistoiese (3-2) rinsalda ulteriormente l’ottava posizione. L’avversaria dei rossoneri al primo turno sarà il Gubbio, anch’esso già certo della settima piazza, motivo per cui è risultata ininfluente la sconfitta maturata sul campo del Montevarchi, dopo una partita giocata in inferiorità numerica per oltre un’ora. L’ultimo posto utile per provare l’attacco alla Serie B va quindi appannaggio della Carrarese, nonostante la sconfitta casalinga contro la Viterbese (1-3). Gli uomini di Di Natale, arrivati a pari punti con Vis Pesaro e Montevarchi, mantengono la decima posizione grazie alla migliore classifica avulsa.

Il successo in terra marmifera vale invece molto per la Viterbese di Dal Canto, che in questo modo si assicura la migliore posizione playout. Ad ora i gialloblu affronterebbero l’Imolese, classificatasi penultima, ma gli accoppiamenti potrebbero essere stravolti in quanto la compagine romagnola ha ancora in ballo il ricorso al Collegio di Garanzia per la restituzione dei due punti di penalità. Nel caso in cui la formazione di Fontana dovesse vedere accolta la propria richiesta, i rossoblu scavalcherebbero sia Fermana che Pistoiese, guadagnandosi la possibilità di mantenere la categoria anche con la parità nel doppio incontro. In caso di accoglimento del ricorso, ai playout si disputerebbero Viterbese-Fermana e Imolese-Pistoiese. (Jacopo Fanetti)

La classifica dopo la trentottesima giornata

Gli accoppiamenti playoff e playout

Fonte: Fol – Foto: Modena F.C.