…e i tifosi si allontanano

Il giorno e l’ora erano quelli canonici del calcio, domenica alle 14,30, ma nonostante questo ha fatto un certo effetto vedere lo stadio con tanti vuoti sugli spalti. Pochissimi i paganti, 190 di cui 69 provenienti da Viterbo, ma anche tante assenze tra gli abbonati che hanno preferito saltare l’appuntamento con la Robur. E’ normale, mancano i risultati, cala l’entusiasmo e aumenta la voglia di starsene a casa, un aspetto molto serio che meriterebbe maggiore attenzione da parte della società. Ma come dare torto a chi sta abbandonando la Robur? Il tifoso duro e puro non manca mai, c’era ieri e ci sarà domani, ma in tutti gli stadi d’Italia quando si perde l’entusiasmo nel seguire la propria squadra subentra l’inevitabile emorragia di presenze. E’ un peccato, grande, anche perché lo zoccolo duro, lievitato faticosamente negli anni d’oro, si sta assottigliando sempre di più.

Fonte: FOL