Durio: Siena avrà la sua ‘casa’ all’Acquacalda

La presidente bianconera Anna Durio ha affrontato diversi argomenti, in primis la questione Acquacalda.   

IL BERTONI. “Abbiamo iniziato a lavorarci ancora prima di venire a Siena – ha esordito -, purtroppo le carte, la burocrazia, hanno rallentato il tutto. Ma ora stiamo formalizzando con l’amministrazione e nei prossimi giorni partiremo con i lavori: il progetto è pronto già da tre mesi. Il Siena Nord rimarrà, ma adesso è una società affiliata alla Robur. L’idea è avere una struttura che possa accogliere tutte le squadre del settore giovanile: il progetto lo prevede proprio, ma per adesso non voglio svelare niente. Negli intenti la volontà di costruire una formazione di Esordienti. Stiamo anche per chiudere un’altra importante collaborazione. Per adesso risistemeremo il campo, che è in scadenza di agibilità, e gli spogliatoi. Purtroppo la mia idea era partire con i lavori a maggio, ma stando così le cose è probabile che dopo il ritiro dovremmo appoggiarci a qualche altra società: Castellina, che ringraziamo, è un’opzione, ma c’è anche un’altra possibilità. La durata della concessione dei terreni? Dieci anni mi bastano, lo spero, ma ci organizzeremo strada facendo…”.

L’INCHIESTA. “Sarà la giustizia a fare il suo corso, male che vada mi porterete le arance”.

IL RAPPORTO CON I SOCI MINORI. “Se sono disposta a fare una chiamata per acquietare la situazione? Purtroppo quello che è successo non è dipeso dalla Durio. Il mio problema è che non scrivo sui social e non faccio comunicati, non sto tutti i giorni a chiamare i giornalisti per dire di scrivere qualcosa. Da quando sono arrivata sono partiti nei miei confronti atti di citazioni, querele, mi ritrovo pure indagata. Non è stata voluta da me questa situazione. Sono aperta a chiunque voglia incontrarmi, se mi contatti rispondo: solo qualche giorno fa, infatti, mi sono vista con un socio. Non ci siamo detti niente di particolare, ma per dire che se mi cerchi non fuggo. E anzi, sono stata io la prima a convocare una conferenza stampa pubblica, ma nessuno dei soci si è presentato. Non è colpa mia se non vogliono confrontarsi, sono io quella che sta subendo in questo momento. Alessandra Amato? E' il legale di riferimento, in questa cosa siamo cresciute insieme”.

Fonte: Fol