Due i precedenti di squalifica del campo

Per la squalifica del Franchi, il Siena dovrà disputare l’ultima gara della stagione in campo neutro, come abbiamo già evidenziato una vera beffa perché dal 1 giugno sarà nuovamente possibile ritornare allo stadio. Questa inibizione non è la prima nella storia della società bianconera essendoci due precedenti.  Il primo risale alla stagione 1968-69 quando a pochi minuti dal termine di Siena-Empoli, con i biancazzurri in vantaggio per 0-1, ci fu un’invasione di campo (nella foto) per protestare contro la pessima direzione arbitrale di Fuschi di Pescara. Una giornata di squalifica del Rastrello costrinse la società a giocare sul neutro di Poggibonsi la successiva partita contro il Prato conclusa con una vittoria per 1-0 con rete di Renzo Aldi.

Dopo circa vent’anni, nella stagione 87-88,  arrivò una nuova squalifica del campo. La partita che provocò l’inibizione dello stadio fu Siena-Carrarese, interrotta ma poi portata a termine regolarmente per incidenti. Il Siena fu punito con due giornate di squalifica del campo che scontò contro la Pistoiese, terminata 1-1,  a Sangiovanni Valdarno e a Grosseto contro il Sorso, partita che decretò la vittoria del Siena per 1-0 con autogol di Bellagamba al 90’.

Fonte: FOL