Ds Siena: “Spero in un futuro stabile. Qui calcio vero e serio”

Una stagione complicata, molto difficile; tanti punti di penalizzazione e il sogno playoff sfumato all'ultimo. TuttoMercatoWeb ha contattato in esclusiva il diesse del Siena Stefano Antonelli

"A freddo le sensazioni sono quelle di una stagione importante da molti punti di vista, sportivo, del campo e della gestione di una società in evidente difficoltà, ma che comunque ha ancora determinato un percorso certo. A Siena si può fare calcio serio e vero. Mi auguro che ci siano i presupposti per un cambio di rotta per una società stabile in futuro. Resta ovviamente il rammarico, i playoff ce li saremmo meritati e nel modo peggiore siamo stati estromessi: per un punto, un palo ed un rigore al 90'. Sarebbe stato il giusto riconoscimento, ringrazio tutti quelli che hanno collaborato con me. Ora si tratta di aspettare gli eventi e capire come ripartire".

Delle sei squadre che hanno guadagnato i playoff chi parte avvantaggiata?
"Io non vedo favorite, non ci sono partite scontate o avversari più forti. La lotta per i playoff è stata incerta fino all'ultimo per 12 società diverse. Evidentemente i playoff sono una roulette russa".

Da direttore di una società in difficoltà, che commento può fare sul Bari?
"Il percorso del Bari è stato un po' diverso dal nostro, la storia è stata diversa nella genesi. Lì c'è stato un fallimento 'pilotato', con il mantenimento della categoria, un tribunale che ha condotto il cambio di proprietà e uno stadio che è andato riempiendosi. Comunque complimenti a chi ha lavorato a Bari, hanno fatto un lavoro davvero stupendo".

Fonte: Tuttomercatoweb.com Una stagione complicata, molto difficile; tanti punti di penalizzazione e il sogno playoff sfumato all'ultimo. TuttoMercatoWeb ha contattato in esclusiva il diesse del Siena Stefano Antonelli

"A freddo le sensazioni sono quelle di una stagione importante da molti punti di vista, sportivo, del campo e della gestione di una società in evidente difficoltà, ma che comunque ha ancora determinato un percorso certo. A Siena si può fare calcio serio e vero. Mi auguro che ci siano i presupposti per un cambio di rotta per una società stabile in futuro. Resta ovviamente il rammarico, i playoff ce li saremmo meritati e nel modo peggiore siamo stati estromessi: per un punto, un palo ed un rigore al 90'. Sarebbe stato il giusto riconoscimento, ringrazio tutti quelli che hanno collaborato con me. Ora si tratta di aspettare gli eventi e capire come ripartire".

Delle sei squadre che hanno guadagnato i playoff chi parte avvantaggiata?
"Io non vedo favorite, non ci sono partite scontate o avversari più forti. La lotta per i playoff è stata incerta fino all'ultimo per 12 società diverse. Evidentemente i playoff sono una roulette russa".

Da direttore di una società in difficoltà, che commento può fare sul Bari?
"Il percorso del Bari è stato un po' diverso dal nostro, la storia è stata diversa nella genesi. Lì c'è stato un fallimento 'pilotato', con il mantenimento della categoria, un tribunale che ha condotto il cambio di proprietà e uno stadio che è andato riempiendosi. Comunque complimenti a chi ha lavorato a Bari, hanno fatto un lavoro davvero stupendo".

Fonte: Tuttomercatoweb.com