DOVERI: UNA VITA DA MEDIANO

La chioma è sempre folta e lunga ma, negli anni, ha cambiato il colore passando dal biondo al grigio. Succede.

Emilio Doveri è stato un grande giocatore del Siena, un mediano arcigno e indomito che univa forza fisica ad una buona tecnica.

Emilio che fai la “spia”?

“Che parolone! Mercoledi ci sarà Cagliari-Siena e sono qui per lavoro.”

E’ la prima volta che vedi il Siena?

“No, ho avuto modo di vederlo altre volte anche perché come sai bene questi colori li ho sempre amati e ancora oggi è così”

E che ci dici?

“Ti dico che il Siena è una bella squadra che ha il suo forte nel collettivo e nel gioco che pratica. Si vede la mano dell’allenatore, Giampaolo è un ottimo tecnico, uno che sicuramente farà molta strada.”

Quali i punti forti e i punti deboli?

“Il punto forte è sicuramente l’assetto tattico, di punti deboli non mi sembra che ce ne siano di particolari. Quando si parla di squadre come il Siena o il Cagliari è normale che ci sia qualche differenza tecnica con le altre realtà più grandi ma l’importante è sopperire con l’impegno ed il lavoro, principi questi che sono propri sia di Giampaolo che di Allegri”

Il Cagliari era partito molto male….

“Si c’è stato qualche problema iniziale ma più legato agli episodi che al gioco. Il nostro allenatore sta lavorando molo bene e alla lunga i risultati sono arrivati”

Che partita sarà Cagliari-Siena?

“Sicuramente una bella partita giocata con intensità e con grande tatticismo”

Un pronostico?

“Nemmeno se mi sottoponi a tortura. Mi rifugio nella solita frase scontata: che vinca il migliore” (Nicnat)

Fonte: Fedelissimi