Dopo il dispiacere, la rabbia; ora solo sarcasmo!

Salvo rare eccezioni, la Serie A italiana è lo specchio fedele di una situazione economica nazionale disastrata come quella del dopo guerra.

Una volta si usava dire che si scambiava un cane per due gatti, oggi si vende il cane e basta!

Poi ci sono quelle società che, al momento vendono, vendono tutto, anche le scrivanie

Al Sienone nostro è rimasto da mettere sul mercato solo i cestini della carta straccia!

Delle cause ne abbiamo parlato anche troppo, persistere sarebbe stucchevole, anche se continuo a provare rabbia e rancore verso certi personaggi e/o movimenti.

La tragedia del Siena, a ben vedere,  ha anche contorni comici, anzi ridicoli.

Diamo per scontato, data la sua intrinseca logicità, che si vende ciò che ha mercato, è dunque ovvio che sia al momento sul banco delle offerte Calaiò, che D’Agostino sia passato ad una diretta concorrente, che Campagnolo sia andato al Cesena e che, infine, Larrondo sia in procinto di accasarsi in riva all’Arno.

Io non piango per la cessione di Calaiò, tuttavia ha tutta la mia stima, ha dimostrato di essere uomo quando contava. A dire la verità non mi è mai piaciuto come calciatore: mi è sempre stato facile dire quali caratteristiche non aveva piuttosto che il contrario; in fondo è riuscito, a mio modesto vedere, a brillare per sola metà campionato, quello di anno, finendo per farci arrabbiare, Conte su tutti, anche in B. D’Agostino? Se è quello che si è visto a Siena in questo anno e mezzo non ci è andata male! Ora sarà qualche altro che gioca in dieci! Campagnolo, in sei minuti sei, ha gratificato l’attenzione di chi l’ha preso e d infine Marcelo. L’eterno prospetto che non ci ha mai dato certezza del suo futuro. Mi dispiace che sia finita così perché, stai a vedere, con altre persone ed altre situazioni …….

Da qui in poi, concedetemelo, comincia il ridicolo ….

Ze Eduardo, soggetto effimero (…. e chiudiamola qui!), Ribair Rodriguez, detto “il Pirata”, mah!, Martinez e Campos Toros, di loro se n’è interessata la trasmissione “Chi l’ha visto?” Tutti arrivati con trombe e tamburi ed ora già a casa! Ce ne sarebbe un altro da mandare a casa, sempre tra gli acquisti estivi. Per essere onesti Felipe è una scommessa vinta (….. ma è in prestito!), anche Rubin … ma rimane?

Neto? forse si era adocchiata la sua controfigura ed abbiamo sbagliato a prenderlo nello scaffale del Calciomercato! Infatti è un “bombolone”, tutti lo vogliono! E’ uno dei pochissimi che mi dispiace vedergli fare la valigia.

Insomma grande campagna acquisti estiva, c’ero cascato! Non c’è che dire, complimenti!

Mentre si tenta di porre rimedio, quanto meno dal lato economico, e, forse, di metterci qualche pezza sotto quello tecnico (della serie almeno salviamo la faccia!), si può vedere di mettere nel mazzo anche Bogdani e Mannini?

Dopo il dispiacere, la rabbia; ora solo sarcasmo!

 

Andrea Sordi