Domenica allo stadio raccolta fondi a favore di Casa Clementina

La Fondazione Il Cuore si Scioglie Onlus nel 2017 ha attivato, per la prima volta, una raccolta fondi di crowdfunding contribuendo a realizzare 20 progetti sul nostro territorio. Il primo pubblicato il 22 gennaio è il progetto di Casa Clementina.
L’obiettivo è quello di raggiungere, nei prossimi 40 giorni, contributi per almeno 5.000€.
Al raggiungimento di questa soglia la Fondazione Il Cuore si Scioglie contribuirà con un importo di pari valore.

Si può contribuire andando direttamente sul sito di eppela:   https://www.eppela.com/it/projects/17614-facciamo-vivere-casa-clementina,
oppure partecipando alle iniziative programmate in collaborazione con la Sezione soci di Siena di Unicoop Firenze, Robur Siena, Contrada della Tartuca e Pubblica Assistenza di Siena:

28 gennaio –  Raccolta fondi allo stadio in occasione di Robur Siena – Gavorrano

10 febbraio – Cena agli Orti dei Tolomei

16/17 febbraio –  Raccolta fondi presso il negozio di Unicoop Firenze Centro*Siena (Grondaie)

24 febbraio – Cena alla Pubblica Assistenza

 

Casa Clementina (Il Progetto)
Casa Clementina è un progetto promosso dall’Associazione di volontariato Le Bollicine (in collaborazione con l’Associazione Senese Down e la Pubblica Assistenza di Siena, attraverso il quale le persone con disabilità hanno l’opportunità di sperimentare momenti di vita autonoma, in previsione di una loro progressiva emancipazione dal nucleo familiare di appartenenza.

A Casa Clementina si alternano una ventina di ragazze e ragazzi, che, a turno, pernottano (in media una o due volte a settimana) ed organizzano la loro giornata in autonomia: da fare la spesa a cucinare i pasti, dalle pulizie di casa allo stare semplicemente insieme a guardare un film o a giocare a carte, per poi salutarsi al mattino, ognuno verso la propria occupazione.

Casa Clementina ha due camere da letto (una da due e una da tre posti), una cucina, un soggiorno e due bagni, oltre ad una stanza per gli operatori.

I ragazzi sono accompagnati nella loro esperienza da operatori (prevalentemente volontari), e tutta l’attività è supervisionata da un’equipe multidisciplinare, composta da educatori e psicologi delle associazioni coinvolte.

Casa Clementina è nata da un’idea, a lungo accarezzata, che all’inizio sembrava solo un sogno irrealizzabile. Da allora, sono stati fatti passi da gigante e quel sogno è diventato realtà, grazie allo sforzo congiunto delle associazioni, al supporto delle istituzioni (prima tra tutte l’Azienda Pubblica di servizi alla Persona Città di Siena, che ci ha messo a disposizione l’immobile e ci è sempre stata vicina), all’amicizia delle Contrade di Siena e all’impegno di un nucleo stabile di volontari che, di settimana in settimana, di mese in mese, non fanno mancare la loro presenza, discreta e mai invadente.

Oggi, a due anni dall’inizio di questa splendida avventura, abbiamo un altro sogno: creare uno spazio polifunzionale al piano terra, attrezzato con arredi ad hoc e un bagno accessibile. Questo ci consentirà di aprire Casa Clementina e le attività che vi realizziamo anche alle persone con handicap motorio.

Per far diventare realtà anche questo sogno abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti: grande o piccolo che sia, ci darà il supporto, l’energia e l’entusiasmo che servono per vincere anche questa sfida!

Fonte: Fol