Domani la votazione sulla riforma del campionato di Serie C. Binda: “Per ora solo una decina di club contrari”

La proposta della Lega Pro ideata dal presidente Francesco Ghirelli per il cambio di format del campionato del Serie C ha fatto molto parlare di sé sin dal giorno in cui è stata lanciata ma domani, giovedì 15, sarà al centro della votazione da parte dei club di terza serie. Da una parte lo scetticismo nei confronti di una riforma in totale discontinuità con quello che è il concetto di merito all’interno di un campionato, dall’altra la necessità di rendere più appetibile il torneo in attesa di una eventuale riforma dei campionati che da anni attende di essere messa in atto stanno rendendo il dibattito molto acceso. La riforma, ad ogni modo, sembra aver attecchito abbastanza, tranne in quei club che solitamente partono con l’obiettivo di centrare il salto di categoria. A rivelarlo è Nicola Binda, giornalista specializzato della Gazzetta dello Sport, che sul suo profilo Facebook fa il quadro della situazione ad un giorno dal voto: “Si avvicina il giorno della votazione dei club di C sulla riforma del campionato. Oggi (ieri, ndr), durante un pre-incontro tra società, è emersa la contrarietà solo di una decina di top club, che con questo nuovo format vedrebbero più difficoltà per vincere il campionato, e sembrano anche scettici sull’aumento dei ricavi. Finalmente un motivo “contro” l’ho sentito. Ma non mi ha convinto”.

Fonte: Fol