DOMANI I CALENDARI: MENO DERBY MA PIU’ TIFOSI

L’edizione 2009/2010 del massimo campionato italiano di calcio coinvolgerà la maggior fetta di popolazione residente di sempre nelle province (24,2 milioni di italiani) e nei comuni (9,6 milioni di italiani) delle 20 società partecipanti. Il Campionato, che sarà presentato domani presso il Salone d’Onore del Coni a Roma (ore 17.10 diretta su Rai2), non è ancora iniziato ma fa già segnare alcuni invidiabili record. Secondo l’analisi di StageUp-Sport&Leisure Business, la 108esima edizione del massimo torneo di calcio coinvolgerà 17 comuni ed altrettante province delle 20 società partecipanti per un totale di 24,2 milioni di popolazione residente (+5% rispetto al 2008/2009). Si tratta di un dato mai riscontrato nella sua storia, in particolare dalla stagione 2004/2005 quella del ritorno alle 20 squadre. Considerando i soli comuni, la popolazione residente coinvolta sarà di 9,6 milioni, il 4,3% in più rispetto alla stagione 2008/2009. Calano comunque le regioni rappresentate e i derby. L’analisi di StageUp-Sport&Leisure Business evidenzia come le regioni rappresentate saranno 12, una in meno della stagione precedente a causa dell’uscita di scena della calabrese Reggina. Le regioni più rappresentate saranno la Lombardia con Atalanta, Inter e Milan e la Toscana con Fiorentina, Livorno e Siena. Emilia-Romagna, Liguria, Lazio e Sicilia avranno 2 squadre a testa, mentre Campania, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Piemonte, Puglia e Sardegna saranno al via con una sola squadra ciascuna. La retrocessione del Torino in Serie B fa diminuire anche i Derby cittadini che passano dai 4 della stagione 2008/2009 ai 3 della stagione 2009/2010: sono quelli di Genova, Milano e Roma.

Fonte: Fedelissimo Online