Disanto: “Abbiamo dimostrato di avere carattere. Io trascinatore? La squadra mi fa sentire un giocatore importante”

A presentarsi a parlare in sala stampa per la Robur è stato anche Francesco Disanto, tra i grandi protagonisti della sfida odierna. “È una vittoria importante soprattutto per il momento che stavamo attraversando in termini di risultati, perché la prestazione non è mai mancata. L’emblema – spiega l’attaccante bianconero ai nostri microfoni – è stata la partita con il Fiorenzuola, dove non siamo stati nemmeno a quantificare le occasioni, sarebbero troppe. Oggi è stata una grande gara anche sotto il profilo caratteriale, perché contro una squadra attrezzata per vincere il campionato siamo andati in vantaggio e abbiamo continuato a giocare. Dopo il pareggio siamo stati bravi a rimanere compatti e a non sfilacciarci. Poi è arrivato addirittura il gol, sicuramente sono tre punti pesantissimi”.

La reazione della squadra al gol del pareggio è stata il punto di partenza verso il successo finale: “Secondo me la nostra forza è proprio la compattezza del gruppo, sia all’interno dello spogliatoio che fuori. Il rettangolo parla e ha parlato anche oggi come penso in tante altre occasioni. Poi ci sono gli episodi, il calcio è fatto di tante cose, ma anche oggi è stata la riprova che siamo riusciti a rimanere in partita nonostante il gol subito. E poi siamo riusciti a portare tre punti a casa”.

Novanta minuti ad alta intensità per il numero 7 nonostante un duro colpo subito: “Ho preso all’inizio un pestone sul ginocchio, mi è un po’ gonfiato. È una botta, spero niente di più”.

L’astinenza dal gol è forse l’unico neo che si può trovare all’interno di una prova di spessore: “Il gol è una cosa che ricerco, spero che torni il prima possibile. Però penso come prima cosa di dare il mio contributo sia morale che a livello calcistico. Se poi la squadra vince – rimarca – tutto è coronato nel migliore dei modi”.

Anche stavolta Disanto ha dimostrato di sapersi ritagliare il ruolo di trascinatore: “La squadra mi fa sentire un giocatore importante, se alle volte prendo qualche iniziativa in più è perché sono un istintivo ma è soprattutto merito degli altri ragazzi. Sono contento se questa cosa si vede un po’ di più, io vado avanti per la mia strada cercando di fare sempre meglio e provando ad ambire ad arrivare sempre più in alto”. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol