Diritti televisivi, respinto il ricorso di Conto Tv

C’è soddisfazione per la decisione del Tribunale civile di Milano, che ha respinto la richiesta di sospensione dei contratti dei diritti televisivi per la piattaforma satellitare presentata dall’emittente Conto Tv.

"Sono state accolte le buone ragioni della Lega", ha commentato Maurizio Beretta, presidente della Lega Calcio. Noi siamo sempre stati convinti – ha aggiunto – di aver operato tenendo conto di tutte le indicazioni della legge Melandri, dell’Agicom, dell’Antitrust e anche delle autorità europee",

ha detto ricordando come l’importanza di questa decisione vada anche a favore delle attività di serie B della Lega Pro e del calcio dilettantistico.

"Questa è quindi una vittoria dell’intero calcio italiano – ha detto Beretta – che anche recentemente con la vittoria dell’Inter in Champions League ha dimostrato la bontà della sua organizzazione".

Avanti tutta, quindi, e senza tanti scossoni. Anche perché, ricorda il presidente Lega Calcio,

"i contratti erano già fatti". E per domani è previsto il consiglio di federazione che dovrebbe separare definitivamente le due Leghe di A e B, mentre per giovedì sono previste le audizioni di Coni, Federcalcio e Lega per andare avanti con la legge sugli stadi di proprietà.

 

CATANIA – A tirare un respiro di sollievo sono proprio le società di calcio italiane, che proprio dai diritti tv ottengono la maggior parte dei propri introiti. "Ero sicuro che sarebbe finita così, perchè tutto era stato fatto nel migliore dei modi. E’ giusto che sia così, e va bene così": questa la valutazione dell’amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco. "Noi eravamo tranquilli – ha detto – perché abbiamo i conti in regola e anche in caso di una diversa valutazione da parte del Tribunale di Milano non avremmo avuto problemi dal punto di vista amministrativo. Certo, dal punto di vista della gestione sarebbe stata una catastrofe per tutti".

 

SASSUOLO – "La notizia sui diritti tv è molto importante per il movimento calcistico, e ora speriamo che il reclamo che credo sarà fatto da Conto Tv avrà lo stesso esito". Parole del presidente del Sassuolo Carlo Rossi, secondo cui un eventuale accoglimento della richiesta "sarebbe stata la morte del sistema calcio". (La Repubblica)