Dionisi: “C’era stata la possibilità di venire a Siena, in futuro chissà”

Il massimo riconoscimento della Briglia d’Oro, evento promosso dall’AIAC di Siena e tornato a distanza di due anni e mezzo dall’ultima volta, è stato conferito ad Alessio Dionisi. L’attuale tecnico del Sassuolo, che nel 2019 aveva ricevuto un premio speciale per i risultati conseguiti al primo anno da allenatore tra i professionisti, è stato insignito della Briglia d’Oro per essersi reso protagonista della recente promozione in Serie A dell’Empoli. «Essere qua è motivo di grande soddisfazione – rivela Dionisi –. Due anni fa ero dall’altra parte e questo deve essere uno stimolo per tutti. Non avrei mai detto che sarei riuscito ad arrivare dove sono, spero di rimanerci il più a lungo possibile».

In occasione dell’evento del 2019, il tecnico nativo di Piancastagnaio era in ballottaggio con Dal Canto per la panchina bianconera: «Sì, c’è stata la possibilità di venire a Siena qualche anno fa. Magari in futuro capiterà, nel calcio non si può mai sapere. Per me è un piacere essere a Siena e ritrovare amici che non vedevo da tempo».

Dionisi fa anche un in bocca al lupo all’ex mister bianconero Gilardino, con cui ha seguito il corso da allenatore: «Alberto lo conosco perché abbiamo fatto il master e il Uefa A insieme. Lo stimo come ragazzo e come allenatore. Quello che è successo fa parte del percorso, dovrà essere bravo ad andare oltre: gli allenatori vengono giudicati per i risultati ma lavorano per le prestazioni. Alberto è un allenatore bravo, lo ha già fatto vedere a Vercelli e lo ha dimostrato a Siena quando è tornato. Si affermerà anche da tecnico». (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol