Dionigi: “Con Ponte nessun contatto. Il Siena l’ho già sfiorato due volte”

Il primo nome a rimbalzare nel totoallenatori in orbita Siena è stato Davide Dionigi, ex di Napoli, Reggina e Sampdoria accasatosi nella città del Palio dopo l’ultima sfortunata panchina a Varese. Ad Antennaradioesse, Dionigi ha dichiarato di non essere stato contattato dalla società e di aver sfiorato i bianconeri due volte: da giocatore, ai tempi della storica promozione di Papadopulo, e da allenatore lo scorso anno, quando poi gli fu preferito Mario Beretta.

Il campionato della Robur – “Ho seguito la stagione del Siena, in città respiravo spesso l’aria dei tifosi. Si pensava fosse un campionato più facile da vincere, però alla fine il risultato è arrivato con una bella lotta col Poggibonsi. Non è mai facile per nessuno, la storia dice che i nomi non bastano per vincere. Oggi in Serie A ci vanno Frosinone e Carpi e squadre come Livorno e Bologna dovranno fare i playoff”.

Il Siena sfiorato due volte – “Avevo avuto la possibilità di allenare il Siena ai tempi della retrocessione, poi fu scelto Beretta. Ho letto delle ultime indiscrezioni, ma con la società non c’è stato nessun contatto. Le voci forse sono collegate al fatto che vivendo a Siena ci potesse essere un accostamento. Tra l’altro Siena l’ho sfiorata sia da giocatore che da allenatore. C’era la possibilità  quando feci 20 gol nel Napoli e il siena andò in A, il direttore era Nelson Ricci. Addirittura comprai casa perchè convinto, poi invece fui dirottato a Reggio Calabria. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fedelissimo Online