Diamoci una svegliata!!!

Sicuramente la situazione di stallo che si è venuta a creare in questi giorni nelle trattative di mercato, suscita non pochi nervosismi tra i tifosi e tra chi vorrebbe vedere già delineata una parvenza di squadra, vista l’imminenza della preparazione. Ci preoccupano anche  le dichiarazioni del nostro Direttore Sportivo, che se pur a denti stretti chiama in ballo la Società e il Presidente Mezzaroma, sulla possibile chiusura di trattative che altrimenti rischiano di avere esiti ben diversi. Ho detto in un recente articolo che le spese per una Società piccola come il Siena, vanno sicuramente ponderate per non causare aggravi al bilancio, ma bisogna fare i conti anche con la tempistica per non perdere occasioni che altrimenti si ripresenteranno. Di Perinetti, posso capire lo sfogo e le critiche che muove all’indirizzo del mondo del calcio e alle sue metodologie spesso dettate dall’isteria, dove si riduce lo spazio per la mediazione o la trattativa in punta di fioretto e dove la galanteria è ormai pia illusione. Nelle pieghe del suo discorso però si annida anche un certo malumore per quello che non sta facendo la Società, di fronte alla prospettiva di chiudere importanti affari, quando ormai si è in prossimità del traguardo. Questa asincronia nei tempi, porta all’individuazione del giocatore ma non alla stipula del contratto e quindi al suo inevitabile allontanamento, favorendo spesso la concorrenza che non sta certo a guardare. Non voglio mettere fretta a coloro che hanno in mano il futuro della Robur, ma invitarli a darsi una sveltina, credo sia il minimo suggerimento che si possa dare e che trova una profonda eco in tutto l’ambiente del tifo bianconero. Bisogna dimostrare che siamo una società che si merita la massima serie e bisogna dimostrarlo con i fatti, perché il tempo delle parole è terminato. (Lallo Meniconi)

Fonte: Fedelissimo online