Di Mambro fa il punto sugli infortunati

Lorenzo Collacchioni si opera questa mattina a Modena dopo la lesione al flessore profondo del quarto dito della mano sinistra, rimediata nei giorni scorsi. Un brutto infortunio per il capitano (in assenza di Vergassola) della Robur Siena

La prognosi parla di almeno 4 settimane di stop, anche se, come ha sottolineato il dottor Domenica Di Mambro, medico sociale bianconero, ieri su radio Siena e Siena Tv, “fra un paio di settimane faremo il punto della situazione e verificheremo la cicatrizzazione del tendine. Ma sicuramente Collacchioni starà fuori per due partite e ci fosse anche un rischio minimo continuerà lo stop fino a quattro settimane totali”. Dopo l’operazione, infatti, l’arto deve rimanere a riposo e non può subire traumi. Per questo Collacchioni non potrà scendere in campo.

Per quanto riguarda gli altri infortunati, Di Mambro ha parlato di “disponibilità praticamente certa di Viola, mentre Titone ha un affaticamento al flessore destro che al momento non preoccupa. Vedremo nelle prossime ore, domani (oggi, ndr) farà un lavoro leggero. Varutti (distorsione alla caviglia sinistra, ndr)? proviamo a recuperarlo, ma non è semplice”.

Infine la situazione di Redi e Vergassola: "Il trattamento con la camera iperbarica non permette di fare valutazioni dopo qualche giorno. Dovremo capire la situazione a conclusione del trattamento, fra un paio di settimane. Il collega di Grosseto che segue i due, con il quale mi sento quotidianamente, è fiducioso. Ci speriamo”.

Fonte: Sienasport.it