DESTRO: VOGLIO GIOCARMI QUESTA OCCASIONE

 

Figlio d’arte, Mattia Destro è da ieri, ufficialmente, un giocatore della Robur. L’attaccante ha svolto questa mattina le visite mediche, parlando per la prima volta da bianconero. “Sono molto contento di poter vestire la maglia del Siena – dice -. E’ una piazza importante, nella quale spero di crescere e migliorare: non si finisce mai di imparare. Sono giovane, spero di ritagliarmi il mio spazio anche se so che la concorrenza è di livello: la carriera di Calaiò parla da sola, Larrondo è un attaccante molto forte, ci ho giocato contro al Torneo di Viareggio quando ero nell’Inter. Sono contento di averli come compagni”. All’Inter Destro è arrivato, dalle giovanili dell’Ascoli – la sua città natale -, nel 2005. Ha vinto due scudetti con i Giovanissimi e con gli Allievi, per poi diventare uno dei pilastri della Primavera, con cui ha trionfato al Viareggio nel 2008 e con cui ha vinto il titolo di capocannoniere nella stagione 2009/10. Un passato che lo accomuna a un altro bianconero, Francesco Bolzoni, suo compagno, insieme a Marrone, in Under 21 (dopo diverse esperienze con le nazionali minori ha esordito con gli azzurrini di Casiraghi l’anno scorso contro il Galles, segnando il primo gol alla sua seconda presenza contro la Bielorussia). “Sì – li conosco bene entrambi – ammette -. Con Francesco ho giocato anche nella Primavera dell’Inter. Luca non l’ho sentito, non mi ha detto se ci rivedremo presto o no, ma spero di sì, perché è un grande ragazzo e un giocatore fortissimo”. Su cosa si aspetta dalla nuova stagione, Destro ha le idee molto chiare. “Innanzi tutto spero di integrarmi velocemente nel gruppo – sottolinea -. Il ritiro, in questo senso mi sarà molto utile. E poi vorrei riuscire a dimostrare che posso stare a questi livelli. Magari confermando le cose buone fatte con il Genoa (lo scorso settembre, in rossoblù ha debuttato in serie A contro il Chievo e dopo sei minuti ha siglato la prima rete nella massima categoria ndr), la mia prima vera esperienza da professionista”. “Non mi piace descrivermi – sorride -, preferisco sia il campo a parlare. Gasperini mi ha definito il giovane attaccante più forte del campionato? Ringrazio il mister, spero di dimostrargli che ha ragione”. E a proposito di mister… “Con Sannino ho parlato solo per telefono – conclude Destro -, vogliamo entrambi essere protagonisti di un grande campionato. E’ un uomo e un tecnico molto motivato, mi piace come fa giocare le sue squadre. Ringrazio lui, tutto lo staff tecnico e il presidente per la fiducia che hanno avuto in me. Spero di non deluderli”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line