Destro, oggi il giorno decisivo?

“Un mercoledì da leoni”, “è il giorno di Destro”. Sono questi alcuni titoli che si trovano nella rete e che lasciano presagire che davvero questo mercoledì sia il Destro Day. Non sembrano davvero esserci più ostacoli, tutte le caselle sono state sistemate e tutte le società troveranno la loro soddisfazione. La nostra Robur dovrebbe aver raggiunto l’accordo con il Genoa sulla base di 7 milioni cash e la metà di Polenta, difensore uruguaiano già accostato ai bianconeri prima che Antionelli riscattasse Destro. Poi il Genoa lo cederà alla Roma, per Piscitella, Borriello e forse qualche soldo.
La Gazzetta riporta di un timido contrattacco della Juventus che non sembra voler mollare, ma davvero sembra ormai tutto fatto come emerge dalle parole dei diretti interessati.

Una dichiarazione davvero strappata ad un Destro disponibilissimo fa capire quali le sue intenzioni anche se non si sbilancia troppo:
“Non lo so ancora dove andrò a giocare, dobbiamo ancora aspettare.Venire a Roma mi piacerebbe… molto! Ma ancora non so che succederà. Nella Roma c'è Zeman, indubbiamente un tecnico che per i giovani attaccanti è il massimo”.

Ieri sera è stato poi il momento di una cena tra Galliani e Preziosi, con i due presidenti che hanno parlato anche di Destro, avvicinandolo sempre più alla capitale. Preziosi ha detto che
“Ho già incontrato il club toscano per l'attaccante, ho fatto già la mia offerta e non la cambio”

e Galliani dice di una telefonata con la Roma:
“Ho chiamato Sabatini, ho risposto io. Gli ho detto di stare tranquillo, che Destro glielo lascio…", ha detto Galliani”.

L’amministratore delegato del Genoa non smentisce e fa capire quanto forte sia l’interesse per Destro:
“Destro è un ottimo giocatore, le squadre che lo cercano si sanno.In più in giro non è che ci siano grandi alternative”.

Oggi, quindi, se ne saprà di più. Preziosi continua a «pubblicizzare» un accordo già fatto con la Roma, che dal canto suo si sente in pole per il giocatore. Ma il d.s. Sabatini deve guardarsi ugualmente dalla Juve, che in mano ha un'intesa di massima con Destro e che oggi in occaisone della riunione di Lega proverà a reinserirsi prepotentemente nella trattativa. L'Inter, invece, dopo le dichiarazioni (poco gradite) di Moratti di lunedì ha fatto passi indietro, anche se ieri si è risentita con Vigorelli, il procuratore del giocatore. E il Milan, nonostante le dichiarazioni di Galliani, resta alla finestra. 

Fonte: Fedelissimo Online