Destro: a breve la stretta finale?

Mattia Destro: fino a qualche settimana fa nessuno si aspettava di trovarlo al raduno della nostra Robur. Eppure consapevole delle tante richieste e dell’intrigo di mercato legato al suo nome, il giovane attaccante si è regolarmente presentato ed ha iniziato la stagione con il Siena. Intanto Juve, Roma e Inter continuano a trattare ad oltranza con Siena e Genoa per arrivare al giocatore e da più parti si sente dire che entro la prossima settimana si dovrebbe arrivare alla stretta finale.
Secondo Mediaste Premium:
“Potrebbe a breve sbloccarsi la situazione. Siena e Genoa si incontreranno lunedì prossimo e il calciatore dovrebbe passare interamente ai rossoblu. Al Siena dovrebbero andare Valter Birsa e un conguaglio economico”.

A spiegare la situazione è però stato il presidente Mezzaroma che, intervenuto ieri sera a Radio Radio, ha ripercorso le tappe della vicenda e parla del futuro dell’attaccante:
"Noi avevamo trovato l'accordo con il Genoa. Secondo me, per quelle che sono le mie valutazioni, poi la concitazione del momento ci ha portato a rivedere l'accordo e alle dieci di sera abbiamo deciso di esercitare il diritto. La volontà nostra di andare d'accordo con il Genoa per Destro non è mai mancata. A breve ci incontreremo con Preziosi per risolvere il problema. Per noi è l'attaccante giovane italiano più importante del momento. Se si troverà il giusto equilibrio con il Genoa poi saranno magri loro a gestirne la vendita. Non vedo una situazione così complicata. Gli affari vanno fatti in due. Il Genoa deve fare il numero e dividerlo per due. Zeman? Sarebbe l'ideale per un giovane attaccante che a questa età è ancora plasmabile. Per ora vedo sul giocatore Roma e Juventus, a meno che il Genoa non lo tenga alla fine"

Della situazione ha parlato anche Lo Monaco, amministratore delegato del Genoa, in un’intervista ai microfoni di Tele Radio Stereo:
“Destro è come quei tormentoni musicali estivi. Ha ottime potenzialità, ma appena ha fatto un buon campionato ha fatto scaturire questo vespaio, che significa come ci siano pochi argomenti tecnici. Anche se Mattia è uno dei migliori talenti del nostro calcio. Può interessare alla Roma ma gli step per capire dove giocherà Destro sono fissati. Parleremo col Siena. Se non troveremo l’accordo non andrebbe in nessun’altra squadra se non quella Toscana. Se lo riscatteremo potremo vagliare le proposte”.

Ma allora come si muoveranno le big per portare Destro nella loro squadra? Secondo il Corriere dello Sport l’Inter sarebbe piombata forte sul giocatore e attende sviluppi prima di sferrare l’attacco decisivo:
“Con Pazzini in uscita, tutte le strade dell'Inter portano al nome di Mattia Destro. La dirigenza nerazzurra attende l'incontro tra Siena e Genoa di fine settimana: qualora Preziosi dovesse riuscire ad acquistare l'intero cartellino del giocatore, Branca e Ausilio andranno all'assalto dei rossoblù. Nelle ultime ore però sta prendendo piede una nuova ipotesi: prestito molto oneroso (con l'aggiunta di un giovane), con riscatto obbligatorio a fine stagione”.

E la Roma? La cessione  sempre più probabile di Borini al Liverpool sembra davvero slancare le porte all’arrivo di Destro:
“La cessione di Borini per arrivare a Destro è molto più dell'«opzione» di cui parla Sabatini. È una strategia che i dirigenti hanno concordato insieme a Zeman a giugno. Il boemo è «pazzo» per Destro e pur di averlo è pronto a rinunciare a Borini. E allora in piena bagarre delle comproprietà la Roma stava per lasciare il suo attaccante al Parma e nel frattempo aveva raggiunto un accordo con il Genoa per avere il pupillo di Zeman. Poi il Siena è riuscito a riscattare in extremis la metà del cartellino e Sabatini ha dovuto modificare i piani. La Roma adesso deve riuscire a prendere Destro, valutato 16 milioni da Genoa e Siena. I liguri dovrebbero prima riscattarlo e poi cederlo ai giallorossi, i toscani sono pronti a fare lo stesso con la Juventus”.

Della trattativa ha parlato a Sky Sport il direttore sportivo della Roma Walter Sabatini:
“Siamo sempre molto attenti alle vicende di Destro, non siamo né fuori, né dentro. Più la seconda, sicuramente. In questo momento però siamo spettatori interessati della vicenda Destro, ma non siamo attori sulla scena. Bisogna attendere come si risolverà la questione tra Genoa e Siena”. (A cura di Luca Casamonti)

Fonte: Fedelissimo Online