DELIO ROSSI: SIENA DA RISPETTARE

Ultima rifinitura della Lazio a Formello prima della partenza in pullman per Siena nel pomeriggio. A disposizione di DelioRossi in campo 23 giocatori più Zauri e Tuia a bordo campo che inanellavano giri su giri assieme al preparatore Bianchini. Assenti soltanto Mutarelli ( a riposo, squalificato) e Del Nero (differenziato). Delio Rossi ha così potuto concludere la rifinitura con una partitella 11 contro 11 su un campo a dimensioni ridotte per aumentare la brillantezza degli scambi. Al termine il tecnico biancoceleste ha incontrato i media:”Prima di cominciare a fare bilanci aspettiamo almeno che sia concluso il girone di andata- Esordisce Delio Rossi – Quel che è certo che per noi ogni partita che andiamo a disputare deve essere giocata come se davanti a noi ci fosse il Real Madrid. I nostri obiettivi rimangono sempre gli stessi di inizio stagione: insediarsi nella parte sinistra della classifica e giocare bene in Champions. Sarebbe sciocco ed anche controproducente rinunciare a qualcuno dei nostri obiettivi. Il Siena? Una squadra da rispettare. Il cambio di allenatore può produrre una scossa positiva a breve termine. Anche se, alla lunga sono i reali valori ad emergere. Comunque, si tratta di una rivoluzione relativa dal momento che è stato richiamato il tecnico dello scorso anno. La Lazio di domani? Ho ancora due o tre dubbi da risolvere. Ci sono giocatori che sono rientrati da poco e giocatori che stanno scendendo in campo ogni tre giorni. Sono contento di poter avere a disposizione varie alternative da valutare anche nell’ottica del ciclo oneroso di impegni che ci obbligano a giocare sei partite in tre settimane. Lazio senza tifosi?”Non sono convinto che queste misure da sole possano risolvere i problemi in atto. Con la repressione non si va lontano, ovvero si possono tammponare i problemi del momento. Poi, però bisogna lavorare di più e meglio nella prevenzione attraverso l’educazione e le scuole.” 

Fonte: www.sslazio.it